Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Telefonia mobile: impatto sociale. Indagine empirico-comparativa sulla percezione e l'uso del telefonino da parte di studenti universitari di Italia e Finlandia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 1.4 La nascita: l'era dell'analogico Il primo sistema cellulare fu introdotto sul mercato USA a partire dal 1983, data nella quale inizia l'attività AMPS (Advanced Mobile Phone Standard). L'AMPS era un sistema a portata nazionale le cui licenze venivano assegnate su una base territoriale, città per città. In Italia le sperimentazioni erano partite nel 1973 con un sistema di telefonia radiomobile basato su frequenze fisse lanciato dalla Sip e chiamato RTMI (Radio Telefono Mobile Integrato). RTMI operava nella banda dei 160 MHz con 32 canali bidirezionali. Le sue caratteristiche erano limitate: non si poteva chiamare direttamente l'abbonato, ma si passava per un operatore telefonico, e la comunicazione cadeva quando si passava da una cella all'altra (non esisteva l'handover automatico). Dopo pochi anni nelle due maggiori città italiane, Roma e Milano, il sistema si saturò in seguito ad una domanda superiore a quella prevista. Già nel 1985 fece la sua comparsa in Italia il sucessore dell'RTMI, chiamato RTMS (Radio Telephone Mobile System), operante sulla frequenza dei 450MHz con 200 canali radio. RTMS usava terminali (telefoni) installati su veicoli (come l'RTMI) ma anche mobili (il primo esempio di telefonia portatile), e superava le limitazioni del precedente grazie all'handover automatico ed alla chiamata senza operatore. Progettato per servire circa 40.000 utenti, aveva lo scopo di condurre la nazione all'adozione del sistema di telefonia mobile digitale europeo operante sulla banda dei 900 MHz, quello che ora conosciamo con il nome di GSM. L' RTMS doveva durare fino al 1995 ma già nel 90 la situazione era satura; fece quindi la propria comparsa il TACS (Total Access Communication System). In Italia, la rete RTMS ha cessato di esistere alla fine dell’anno 1996. Il TACS fu sviluppato in Inghilterra come evoluzione del sistema americano AMPS (Advanced Mobile Phone Standard) e del suo

Anteprima della Tesi di Piero Fonda

Anteprima della tesi: Telefonia mobile: impatto sociale. Indagine empirico-comparativa sulla percezione e l'uso del telefonino da parte di studenti universitari di Italia e Finlandia, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Piero Fonda Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2486 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.