Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela previdenziale del lavoro sportivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 riforme normative nonché politiche, conseguenti alla soppressione del partito fascista, furono approvate deroghe partito deroghe alla l. n. 426/1942 19 che non hanno inciso molto sulla posizione prettamente monopolistica del C.O.N.I., passato nel frattempo alle dipendenze del capo del Governo. Gli stessi regolamenti d’attuazione della l. n. 426/1942 20 vale a dire, quello adottato prima dallo stesso C.O.N.I., come regolamento interno nel 1964 e poi quello governativo di cui al D.P.R. n. 530/1974 hanno, seppur affermando un certo collegamento del C.O.N.I. con il C.I.O., attraverso un esplicito richiamo alle sue norme statutarie, ribadito chiaramente la natura monopolistica dell’ente, passato ora, dopo l’abrogazione a seguito di referendum della legge istitutiva del Ministero del Turismo e Spettacolo, 21 sotto il controllo della Presidenza del Consiglio dei ministri. La prima svolta decisa verso la vera indipendenza si ebbe solo con la l. 23.3.1981 n. 91: questa norma sancisce all’articolo 1 che “l’esercizio dell’attività sportiva, sia essa svolta in forma individuale che collettiva, sia in forma professionistica o dilettantistica è libero”. 19 V. D.lgs. C.P. St. 11.5.1947, n. 362, “ Modificazioni alla l. 16 febbraio 1942 n. 426”che ha sostituito gli art. 6,7 e 8 della l. n. 462/1942. 20 Trattasi del D.P.R. 28 marzo 1986 n. 157 (in Gazzetta ufficiale 13 maggio n. 103), “nuove norme di attuazione della l. 16 febbraio 1942 n. 426, recante costituzione e ordinamento del comitato olimpico nazionale italiano” che sostituisce il D.P.R. 2 agosto 1974 n. 530,modificato dal D.P.R. 13 giugno 1977 n. 685 e del D.P.R. 24 febbraio1978 n. 97. Deve intendersi, inoltre,abrogato di fatto il “Regolamento del C.O.N.I. e delle Federazioni sportive nazionali” approvato dal Consiglio nazionale del C.O.N.I. il 30 maggio 1964. 21 Dopo l’abrogazione, a seguito di referendum, della legge istitutiva del Ministero del Turismo e Spettacolo, il C.O.N.I., con l’art. 2.2 del D.L. 31 gennaio 1995 n. 29, convertito in legge, è stato nuovamente riportato sotto l’egida della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Anteprima della Tesi di Luca Scoponi

Anteprima della tesi: La tutela previdenziale del lavoro sportivo, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luca Scoponi Contatta »

Composta da 166 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1964 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.