Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La devianza minorile. L'istituto di osservazione maschile per i minorenni di Firenze negli anni 1955-77

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

quenza, sia sotto il profilo concettuale che istitu- zionale 3 . E’ proprio l'istituzionalizzazione dei minori, che era nata dalla preoccupazione dello Stato per i giovani abbandonati, a fare emergere l'allarme so- ciale per la delinquenza minorile. Come afferma G. De Leo nel suo libro La giustizia dei minori, già cita- to, il reale aumento del fenomeno della delinquenza minorile, che si verificò alla fine dell'Ottocento, inizio Novecento, in parte fu determinato dalle ri- sposte istituzionali che erano state individuate per affrontarlo. Portavoce di questa preoccupazione per l'incre- mento della delinquenza minorile si fece il senatore Quarta, con la relazione tenuta per l'apertura del- l'anno giudiziario del 1908, che si può considerare il momento d'inizio di quella fase di riforme nel 3 Ibidem.

Anteprima della Tesi di Simonetta Pieralli

Anteprima della tesi: La devianza minorile. L'istituto di osservazione maschile per i minorenni di Firenze negli anni 1955-77, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Magistero

Autore: Simonetta Pieralli Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11004 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.