Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La devianza minorile. L'istituto di osservazione maschile per i minorenni di Firenze negli anni 1955-77

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

giovani, intravedevano un pericolo per l'esistenza delle loro istituzioni. Finita la prima guerra mondiale, il movimento di riforma della legislazione per i minorenni riprese con maggior vigore. Nel 1921, fu istituita una Com- missione parlamentare per la revisione del Codice Pe- nale italiano, dove il problema della criminalità mi- norile trova grande spazio. La presiedeva Enrico Fer- ri, importante esponente, insieme a Lombroso, del po- sitivismo italiano, di idee socialiste, sostenitore delle cause sociali della criminalità. Questa analisi del fenomeno non si discosta mol- to da quella enunciata dalla Commissione capeggiata dal senatore Quarta, variano invece i rimedi previ- sti, quelli di ordine preventivo che si riferiscono all'adeguatezza dell'ambiente sociale per una corret- ta crescita dei giovani, e quelli legali, che devono essere tarati sulla personalità del delinquente. Ne consegue una determinante attenzione per la classifi-

Anteprima della Tesi di Simonetta Pieralli

Anteprima della tesi: La devianza minorile. L'istituto di osservazione maschile per i minorenni di Firenze negli anni 1955-77, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Magistero

Autore: Simonetta Pieralli Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11002 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.