Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La natura problematica della dialettica negativa in T.W. Adorno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 Tale configurazione sostanzialmente omogenea del suo percorso speculativo si presenta segnata dall’indiscutibile attenzione che il francofortese nutre nei confronti di tutto ciò che non è direttamente ‘filosofico’ e a cui la filosofia è chiamata a ‘dar voce’. C’è, dunque, in Adorno, come ha sottolineato in modo giustissimo il suo allievo Habermas, una ‘filosofia della coscienza’, cioè una filosofia discorsiva estremamente eclettica. Vedremo come, proprio in virtù di tale caratteristica, in Adorno il motivo teoretico e etico spesso convergano, sebbene in modo dialettico, contrastato. La filosofia adorniana non è filosofia di certezze assolute ma non è neanche filosofia di relativismi, egli pensava invece ad una filosofia che auto- corregge sé stessa per amore della verità. C’è forse ancora un retaggio idealistico in tale prospettiva 9 ? La domanda non ha una risposta univoca, ma noi tenteremo di dimostrare come nel pensiero adorniano vi sia una sorta di ‘ascetismo’ dialettico, per cui il pensiero è pronto a sacrificare le sue certezze logico- formali per aprire uno spazio a tutto ciò che è stato reificato nella storia umana. 9 Di questo avviso sono, ad esempio, Carmagnola e Colletti

Anteprima della Tesi di Alessandro Ialenti

Anteprima della tesi: La natura problematica della dialettica negativa in T.W. Adorno, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Alessandro Ialenti Contatta »

Composta da 254 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4858 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.