Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le strategie competitive nel settore lattiero caseario. Il caso Auricchio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 I formaggi, in particolare, nell’ultimo esercizio hanno registrato un -7,4% delle quantità acquistate; l’andamento dell’export, al contrario, registra continui progressi in tutti i segmenti a conferma di un buon apprezzamento dei prodotti alimentari italiani. Anche il mercato interno del provolone conferma la frenata degli acquisti e solo gli sforzi profusi dalla Società, volti alla continua ricerca del miglioramento qualitativo, allo studio delle aspettative e delle esigenze del consumatore, a strategie commerciali oculate e ad una considerevole campagna di comunicazione attraverso i principali media, ha permesso di migliorare l’andamento delle vendite, in controtendenza quindi rispetto all’intero settore. Anche dal punto di vista distributivo, l’Azienda è presente in tutti i settori, dalla moderna distribuzione ai negozi tradizionali, dalle salumerie specializzate ai banchi degli ambulanti. Per quanto riguarda il canale tradizionale (sia dettaglianti che grossisti) il mercato è presidiato da 45 agenti plurimandatari, ossia non esclusivi di AURICCHIO, che si dividono idealmente il territorio. Un discorso più articolato merita invece il canale moderno; la grande distribuzione viene seguita direttamente da funzionari dipendenti dell’Azienda (key-account), mentre quella che viene definita distribuzione organizzata, ossia catene di punti vendita concentrati nelle mani di una società dove il padrone dello stabile stipula un contratto di franchising con questa società, è coperta dagli stessi agenti che si occupano del canale tradizionale. Esistono poi cinque capi area che hanno il compito di coordinare e gestire il lavoro degli agenti e dei key-account; vista l’importanza e la delicata situazione, questi ultimi hanno anche un altro responsabile che sovrintende a livello nazionale (national key-account). Il provolone AURICCHIO ha varcato i confini italiani subito dopo la sua nascita. Infatti, già agli inizi del secolo, con i primi emigranti negli Stati Uniti, è approdato nel Nuovo Continente.

Anteprima della Tesi di Alessandro Iride

Anteprima della tesi: Le strategie competitive nel settore lattiero caseario. Il caso Auricchio, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Iride Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4388 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.