Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ein Brief di Hugo von Hofmannsthal e le sue traduzioni italiane

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 e artistica, avverte molto forte l’apprensione per la situazione internazionale e per il pericolo che sente incombere sull’impero asburgico 12 . Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, dopo un breve periodo trascorso come ufficiale in Istria, è richiamato al Ministero della Guerra a Vienna e incaricato di svolgere missioni segrete in Belgio, Polonia, Scandinavia e Svizzera. Lo scrittore, pur non condividendo le speranze di rinnovamento che molti intellettuali ripongono nel conflitto, vede tuttavia in esso la tanto agognata possibilità di instaurare finalmente un dialogo con le masse. È per questo motivo che accetta compiti, spesso marginali, di carattere diplomatico e di propaganda culturale e che, nel 1915, inizia la pubblicazione di Österreichische Bibliotek, da lui definita “la voce della nazione”, con lo scopo di diffondere la cultura austriaca. Nell’estate dello stesso anno conclude il libretto della Frau ohne Schatten. A partire dal 1916 Hofmannsthal cominicia a redigere Ad me ipsum, cui lavorerà fino alla morte, e che si delinea come una sorta di diario in cui lo scrittore cerca di sistematizzare la sua opera e il suo iter personale. Nel 1918 inizia a lavorare a vari progetti, tra cui Andreas oder Die Vereinigten e l’anno dopo completa la commedia Der Schwierige e il racconto Die Frau ohne Schatten. Nel 1921 conclude i primi quattro atti di una versione di Der Turm, dramma in cui s’intrecciano tematiche politico-culturali e problematiche legate all’esistenza e all’arte poetica. Gli anni successivi saranno caratterizzati ancora da un’intensa attività scrittoria 13 , fino al 1925, in cui Hofmannsthal ricomincerà a viaggiare, recandosi prima a Parigi, poi in Marocco, poi ancora in Italia e in Inghilterra, continuando nel frattempo a lavorare all’Andreas. Questi ultimi anni della sua vita saranno segnati ancora dalla collaborazione con Strauss e dai contatti con il diplomatico e storico C.J. Burckhardt; nel 1929 si reca in 12 Inizia a lavorare ad Andreas e a Die Frau ohne Schatten e riscrive anche il prologo dell’Ariadne auf Naxos. 13 Oltre al già citato Der Turm, Hofmannsthal compone gran parte di Das Salzburger Große Welttheater, ispirato ad un testo di Calderón de la Barca, la commedia Der Unbestechliche e la raccolta di aforismi Buch der Freunde. È redattore dei «neue Deutsche Beiträge» e inizia a scrivere per la rivista letteraria americana «The Dial» i Wiener Briefe, articoli sulla vita culturale viennese. Inoltre, scrive una sceneggiatura per la versione cinematografica di Der Rosenkavalier e realizza il libretto di Die Ägyptische Helena, per la musica di Strauss.

Anteprima della Tesi di Laura Franco

Anteprima della tesi: Ein Brief di Hugo von Hofmannsthal e le sue traduzioni italiane, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Laura Franco Contatta »

Composta da 265 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4166 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.