Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mass media e immagini dell'Islam: i quotidiani italiani e l'11 settembre

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 realtà caotica che ci avvolge entrerà a far parte della nostra conoscenza e questa selezione avviene sulla base del nostro bagaglio culturale; tratteniamo nella nostra mente solo ciò che la nostra cultura ha scelto per noi e solo nel modo che la cultura ha stereotipato per noi. Quindi, possiamo capire le azioni degli altri solo se riusciamo a sapere cosa questi credono di sapere e il modo in cui le informazioni a loro disposizione sono state filtrate. “Infatti, i tipi accettati, gli schemi correnti, le versioni standard intercettano le notizie prima che arrivino alla coscienza. L’americanizzazione, ad esempio, è, almeno superficialmente, la sostituzione di stereotipi americani a stereotipi europei.” (Lippman 1999, pag.108). Altra cosa sottolineata da Lippman è la difficoltà di arrivare ad una conoscenza profonda della realtà a causa della “mancanza di tempo”. In questi casi, ci limitiamo a notare solo un tratto tipico di una specifica situazione, riempiendo il resto dell’immagine con gli stereotipi che ci portiamo dietro. Gli stereotipi sono un qualcosa che media la conoscenza della realtà, anzi ci consentono di “conoscerla” ancor prima di averne diretta esperienza; contrassegnano gli oggetti in modo tale da renderli familiari o estranei. “Vengono suscitati da piccoli segni, che possono variare dal vero indice alla vaga analogia. Una volta suscitati, inondano la visione immediata di vecchie immagini, e proiettano nel mondo ciò che la memoria ha fatto resuscitare.” (ivi pag.112) In particolare, gli stereotipi, possono essere trasmessi in maniera tanto coerente da sembrare quasi un fatto biologico; non a caso, in passato, il discorso razzista si basava sulle differenze biologiche tra i vari gruppi umani, tesi queste ormai smentite dalla stessa scienza.

Anteprima della Tesi di Donata Franzi

Anteprima della tesi: Mass media e immagini dell'Islam: i quotidiani italiani e l'11 settembre, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Donata Franzi Contatta »

Composta da 204 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7416 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.