Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La disciplina comunitaria in materia di commercio elettronico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

VIII L’obiettivo sarà puntato principalmente sulla descrizione degli interventi normativi comunitari non trascurando, tuttavia, i risvolti che tali azioni hanno avuto nel nostro ordinamento. Si cercherà infatti di illustrare i passi compiuti dalla Comunità nel tentativo di creare uno spazio, senza frontiere interne, per la libera circolazione dei servizi della società dell’informazione. Dopo una breve panoramica sullo sviluppo della società dell’informazione (Capitolo 1) utile a comprendere l’impegno che i governi nazionali (e per essi la Comunità europea) hanno dedicato alle nuove tecnologie, l’attenzione si sposterà tutta sulle problematiche giuridiche relative al commercio elettronico (Capitolo 2). Si cercherà di illustrare i motivi che hanno indotto il legislatore a intervenire in materia e le linee guida che si sono volute individuare. Il terzo capitolo si occuperà nello specifico dei problemi relativi alla conclusione di un contratto in rete. Oltre ad esaminare le norme codicistiche relative ai requisiti essenziali di un contratto (causa, oggetto, accordo e forma) ci si soffermerà sulle modalità di incontro delle volontà negoziali, sulle varie fattispecie telematiche che possono sorgere in rete, per poi passare ai problemi di validità e nullità del contratto nonché al problema delle clausole vessatorie. Una certa attenzione sarà riservata alla determinazione del tempo e del luogo di conclusione del contratto, argomenti che saranno poi ripresi nel corso del trattazione. La quarta sezione del presente lavoro, sarà dedicata al commento della Direttiva 2000/31/CE (direttiva e-commerce), un importante provvedimento comunitario, teso a ravvicinare le legislazioni nazionali per quanto riguarda certi aspetti della società dell’informazione, in particolare, il commercio elettronico. Dopo un’analisi dei principi ispiratori e del lunghissimo preambolo del provvedimento, si passerà al commento delle disposizioni normative dettate dal legislatore comunitario. Si comincerà con la descrizione dell’ambito di applicazione, si continuerà con il commento alle importanti definizioni di

Anteprima della Tesi di Daniela Mattavelli

Anteprima della tesi: La disciplina comunitaria in materia di commercio elettronico, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Daniela Mattavelli Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2499 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.