Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Aspetti e momenti del pensiero medico antico e medievale con particolare riguardo ai Consilia ed ai Regimina

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 sostenuti da Dio mediante l'angelo Raffaele. E' l' angelo a consigliare a Tobia di utilizzare il fiele, il cuore, ed il fegato di un pesce come farmaci, il cuore ed il fegato per allontanare gli spiriti malvagi, il fiele per curare gli occhi colpiti dalle macchie bianche 39 . 1.2 Il periodo greco-romano. In Grecia esiste una concezione religiosa e mistica, che si esplica sia attraverso una religione ufficiale, che attraverso culti misterici 40 , quali i Misteri Eleusini (VII sec. a.C.) , il culto di Dioniso, l'orfismo (VI sec.a.C.), alla cui base sta la convinzione dell'origine divina dell'uomo, la quale va recuperata tramite un processo di purificazione. In Grecia troviamo una medicina mistica, appannaggio di sacerdoti che agivano in speciali templi chiamati "asclepiei", costruiti in genere in prossimita' di sorgenti termali e dotati in seguito anche di un ginnasio per gli esercizi fisici, di terme per i bagni, di un odèion "per le audizioni musicali con finalità terapeutiche" 41 , come ad esempio quelli di Epidauro, Cos e Pergamo dedicati ad Asclepio 42 , dio della salute, che secondo la leggenda, aveva appreso la capacità di curare attraverso l'uso di balsami, incantesimi, pozioni. Egli era affiancato da una serie di altre divinita' come Apollo, padre di Asclepio e inventore dell'arte sanitaria, oppure il centauro Chirone, figlio di Zeus, che dimorava sul monte Pelio in Tessaglia, e che educo' egli stesso Asclepio all'arte sanitaria, ed in seguito, si affiancano ad essi anche divinità femminili, come Igea e Panacea . La medicina greca percio', come possiamo constatare, attinge per un certo periodo di tempo alla cultura della mitologia dell'epoca. In una città come ad esempio Argolide, il culto di Asclepio 43 si impone nel VI sec.a.C, e, durante il periodo di Ippocrate (V sec a. C.), vive la sua piena egemonia 44 . Negli asclepiei venivano praticate cure attraverso rituali, guarigione attraverso il sonno e i sogni e, probabilmente, come si presuppone avvenisse anche nei templi egiziani, era praticata l'ipnosi. Il paziente compiva dei rituali di purificazione, presumibilmente un lavaggio e il digiuno, seguiti da un sacrificio di animale, (usanza che ci ricorda la frase pronunciata da 39 cfr. Tobia, 6, 1-10. 40 mysterion, ossia mistero, dal greco myein, "chiudere gli occhi e le labbra"; erano infatti accessibili soltanto ai mystoi (iniziati), introdotti al culto dai mystagoi (guide). cfr. Enciclopedia delle religioni. Culti misterici, Garzanti, Milano 1989. 41 cfr. G. Cosmacini, op. cit., p. 51. 42 Asclepio era figlio di Coronide ed Apollo. Ella, seppur incinta, si concesse all'arcade Ischi, cosicche' Apollo la fece uccidere dalla sorella Artemide, ma rapi' il figlio dal grembo e lo consegno' a Chirone affinche' gli insegnasse "a guarire le dolorose malattie degli uomini". Asclepio si lascio' poi sedurre per denaro, e fece resuscitare Ippolito e Glauco, e per questo fu colpito da Zeus con un fulmine; cfr. Pindaro, Le pitiche, Mondadori , Milano 1995, pp. 93-95. Asclepio sarebbe poi resuscitato dallo stesso Zeus e posto nel firmamento come una costellazione a figura serpentina. E' infatti raffigurato accompagnato dal serpente guaritore, simbolo di rigenerazione. Ricordiamo che il serpente compare nel "caduceo", che e' il simbolo dell'Ordine dei Medici. cfr. sito internet www.ordinemedct.com. 43 sarà ufficializzato in Atene nel 429 a.C., cfr. A. Castigloni, op. cit., p. 126. 44 cfr. G. Cosmacini, op. cit., p. 51.

Anteprima della Tesi di Paolo Milanesi

Anteprima della tesi: Aspetti e momenti del pensiero medico antico e medievale con particolare riguardo ai Consilia ed ai Regimina, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paolo Milanesi Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2662 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.