Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di un sistema wireless per la misura della pressione intracranica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La pressione intracranica 12 pressione (tratto b-c). Questo significa che il sistema di compensazione si sta esaurendo e si dice che l’adattamento è basso. Oltre una certa soglia infine sono sufficienti modestissimi accrescimenti volumetrici per determinare un elevato aumento della pressione (tratto c-d). I meccanismi di compenso non hanno più effetto, l’adattamento diventa nullo e il paziente si dice affetto da ipertensione intracranica. L’unità di misura maggiormente usata per descrivere il valore della pressione intracranica è il mmHg. Alcuni testi riportano invece i valori di pressione in cmH 2 O. Vale la relazione 1mmHg=1,36cmH 2 O. Valori normali di pressione intracranica media sono compresi nell’intervallo 10-15mmHg (13-20cmH 2 O) [2]. 1.1 Patologie legate ad un’elevata pressione intracranica Elevati valori di pressione intracranica corrispondono ad uno stato patologico comune ad una varietà di malattie neurologiche le quali sono caratterizzate da un’espansione del volume del contenuto del cranio. Una pressione endocranica crescente può portare a danni cerebrali o addirittura al decesso attraverso due principali processi: • ischemia cerebrale • distorsione e compressione del tessuto cerebrale per effetto dell’aumento della massa intracranica L’ischemia cerebrale si verifica in quanto viene impedita la normale circolazione del sangue nel tessuto cerebrale, privandolo così delle indispensabili sostanze nutritive e dell’ossigeno. Esiste un indice detto pressione di perfusione cerebrale (PPC) il cui valore viene calcolato sottraendo dalla pressione arteriosa sistemica media (PASM) la pressione intracranica (PIC): PCC=PASM-PIC. I valori assunti da tale indice sono direttamente legati all’apporto del sangue al cervello e sono ritenuti quindi più importanti dei soli valori della pressione intracranica. Figura 1.1: effetto dell’aumento del volume sulla pressione endocranica

Anteprima della Tesi di Marco Tommasi

Anteprima della tesi: Sviluppo di un sistema wireless per la misura della pressione intracranica, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Tommasi Contatta »

Composta da 169 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2162 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.