Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La politica legislativa di Federico II

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 vari campi culturali, si concretizzò in seguito in una viva propensione per il diritto. La personalità poliedrica dell’imperatore non poteva certamente rifuggire, fra i suoi svariati interessi, il campo del diritto; settore fondamentale per la gestione del regno, che figurava, attraverso un equilibrio di poteri ed una azione egualitaria, la presenza costante della stessa curia imperiale pure mediante la più periferica delle magistrature del regno svevo. La gestione di uno Stato forte e accentratore presupponeva in primis una efficace macchina amministrativa e burocratica, la cui presenza doveva essere capillare e funzionale in tutti i territori della nazione, anche quelli più periferici. Le direttive della corte sveva vengono attivate in tutte le branche della pubblica amministrazione; fra i vari settori della presenza statale quello dell’organizzazione giudiziaria acquista

Anteprima della Tesi di Giovanni Lavecchia

Anteprima della tesi: La politica legislativa di Federico II, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Lavecchia Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4239 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.