Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La nuova disciplina delle invenzioni dei pubblici ricercatori

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 L’innovazione tecnologica nell’economia moderna è il principale strumento di sviluppo economico. Essa si pone dal punto di vista dell’impresa, come principale strategia concorrenziale “non sul prezzo” 8 . Dal punto di vista della collettività l’innovazione consente un generale miglioramento delle condizioni di vita: è in sostanza l’elemento base del “progresso”. Il brevetto, per riferirci alle invenzioni e ai modelli, si pone come strumento di contemperamento tra l’interesse dell’impresa alla realizzazione del vantaggio concorrenziale costituito dall’innovazione e quello della collettività ad acquisire l’innovazione tecnologica stabilmente al proprio patrimonio di conoscenze 9 . L’esclusiva infatti ha sempre, ad eccezione dei segni distintivi, durata temporanea, l’innovazione è dunque destinata a divenire di pubblico dominio. La descrizione richiesta per ottenere il brevetto per invenzione industriale, inoltre, fornirà a chiunque voglia la possibilità di ripetere esattamente l’invenzione, preservando l’intera collettività dal rischio di perdere l’invenzione 10 . La nuova disciplina sulle invenzioni dei pubblici ricercatori aggiunge una nuova tessera al mosaico delle problematiche giuridiche sui diritti nascenti da creazioni intellettuali e non è priva di interesse sotto il profilo teorico. In particolare l’innovazione di maggior rilievo, che verrà diffusamente trattata, è l’attribuzione ai ricercatori pubblici del diritto al brevetto e quindi allo sfruttamento economico dell’invenzione, rovesciando la regola comune che 8 <> in VANZETTI, DI CATALDO, Manuale di diritto Industriale, quarta edizione, Milano, 2003, pag. 307 9 <> in VANZETTI, DI CATALDO, Manuale di diritto Industriale, quarta edizione, Milano, 2003, pag. 310 10 Come potrebbe avvenire qualora si tentasse di tutelare il vantaggio concorrenziale ottenuto con l’invenzione attraverso il segreto. <> in VANZETTI, DI CATALDO, “op .ult. cit.”, pag. 309

Anteprima della Tesi di Paolo Maddaloni

Anteprima della tesi: La nuova disciplina delle invenzioni dei pubblici ricercatori, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Paolo Maddaloni Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1660 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.