Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il settore del credito al consumo: l'esperienza del Gruppo MPS

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 computer collegato alla rete. Tale versatilità è particolarmente interessante per convenzionati che operano con più postazioni o più punti vendita. Tornando alle figure presenti nel credito al dettaglio finalizzato, tutt’e quattro ottengono dei vantaggi dall’operazione di dilazione del pagamento del bene 17 . La prima figura, il dealer, riceve immediatamente dalla finanziaria il bonifico pari all’importo del bene venduto (di solito al netto di spese); esso, inoltre, ha la possibilità di offrire alla propria clientela il pagamento rateale del bene e quindi di poter attrarre un maggior numero di clienti, incrementando così la quantità di beni venduti ed i ricavi; oltre a ciò, il dealer ha la possibilità di poter usufruire di un ritorno provvigionale da parte della finanziaria; per ultimo, esso non si accolla nessun rischio finanziario, poiché i finanziamenti s’intendono pro-soluto 18 . La filiale, la seconda figura, ha la possibilità di fidelizzare i dealers proponendo al contempo altri prodotti bancari, con conseguente aumento della gamma dei servizi offerti alla clientela; in secondo luogo, essa ottiene provvigioni dalla società finanziaria come retribuzione della sua attività di intermediazione; inoltre, i bonifici della finanziaria sono accreditati presso i conti correnti intestati ai dealers e accesi presso la filiale stessa; per finire, quest’ultima intercetta flussi di lavoro destinati alla concorrenza. La terza figura, cioè il fruitore del prestito, ottiene un modo moderno di soddisfare i propri bisogni, potendo usufruire di un’alternativa al pagamento in contanti o con carta; egli, poi, può programmare il bilancio familiare sulla base del cash-flow mensile, mantenere la propria liquidità senza la necessità di modificare gli investimenti e, infine, effettuare consumi qualitativamente più elevati e d’impulso. 17 Servizi Finanziari Consum.it – Manuale di prodotto, edizione orrore 2001. 18 Quest’ultima particolarità è una caratteristica dalla società Consum.it e può non essere presente presso altre società finanziarie.

Anteprima della Tesi di Gabriele Giovannelli

Anteprima della tesi: Il settore del credito al consumo: l'esperienza del Gruppo MPS, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Gabriele Giovannelli Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5743 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 34 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.