Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

188 RIASSUNTO DELLA TESI DI LAUREA DAL TITOLO :”LA TUTELA DELL’INFORTUNIO SUL LAVORO E DELLE MALATTIE PROFESSIONALI”. In Italia il problema dell’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro cominciò ad imporsi all’attenzione degli studiosi e degli uomini politici dopo il 1870, ossia quando nel Paese si verificò un incremento dell’attività in vari settori produttivi, incremento cui fece riscontro un aggravamento del fenomeno infortunistico. Una tutela contro gli infortuni sul lavoro fu prevista per la prima volta, infatti, nel 1898, quando il legislatore italiano, con la legge n. 80 del 17 marzo, sancì l’obbligo assicurativo per gli infortuni degli operai sul lavoro. Essa si basava sul principio del <>, per il quale, tenuto conto del carattere ineluttabile dell’infortunio sul lavoro, si poneva il risarcimento del danno derivante da quest’ultimo a carico dell’imprenditore, ossia di colui che, in definitiva, traeva vantaggio dall’esercizio dell’industria. Si trattava di una vera e propria assicurazione, ancorché obbligatoria, per la responsabilità civile del datore di lavoro, che poteva essere stipulata con qualsiasi assicuratore e in virtù della quale il lavoratore infortunato non doveva più provare,

Anteprima della Tesi di Giulia Calo'

Anteprima della tesi: La tutela contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giulia Calo' Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 25073 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 74 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.