Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il comportamento dei consumatori: la teoria economica e l’influenza dei fattori psicologici e sociali nelle dinamiche di formazione delle preferenze e nei processi decisionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Dalla teoria del consumatore alla visione cognitiva mercato popolato da un’infinita quantità di beni, può rivelarsi molto complesso. La teoria economica delle scelte del consumatore, presuppone che le preferenze soddisfino due condizioni, individuabili dai due assiomi di completezza e di transitività. Secondo l’assioma di completezza, il consumatore è sempre in grado di decidere quale, tra due possibili panieri di beni, egli preferisca. Se egli non fosse in grado di operare questa classificazione, le sue preferenze si direbbero incomplete e non si potrebbe di conseguenza postulare una teoria delle scelte. Secondo l’assioma di transitività, il consumatore che preferisce il paniere x al paniere y, ed il paniere y al paniere z, preferirà di conseguenza il paniere x al paniere z. Si assume cioè che le preferenze riguardo a diversi panieri disponibili siano coerenti. Se così non fosse, anche in questo caso, sarebbe impossibile procedere alla formulazione di previsioni riguardanti il suo comportamento. I due assiomi devono sempre essere rispettati e, come visto, sono indispensabili nella formulazione di una teoria del consumatore. Esiste tuttavia un’ulteriore ipotesi, non essenziale come i due assiomi appena visti, ma che ricopre comunque una certa importanza. Tale ipotesi consiste nella non sazietà del consumatore. Una combinazione contenente una quantità maggiore di beni sarà sempre preferita ad una combinazione che ne contiene una quantità minore. Come appena affermato, questa ipotesi non è però sempre riscontrabile come i due assiomi descritti in precedenza, in quanto si suppone che il consumatore razionale dopo aver consumato una certa quantità di un dato bene, riesca a raggiungere un punto di sazietà che renderà poco desiderabile il consumo di un’ulteriore unità aggiuntiva del bene. Nonostante questo però, si può affermare che l’ipotesi di non sazietà, se soddisfatta, ci permetta di affermare con sicurezza che un paniere (x=4, y=6) sia sempre preferibile ad un paniere (x=3, y=5). Possono però esservi dei panieri che per il consumatore si 6

Anteprima della Tesi di Maurizio Cossalter

Anteprima della tesi: Il comportamento dei consumatori: la teoria economica e l’influenza dei fattori psicologici e sociali nelle dinamiche di formazione delle preferenze e nei processi decisionali, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Maurizio Cossalter Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9954 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.