Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La concorrenza nel settore bancario

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione Fino agli inizi degli anni Ottanta le banche italiane hanno operato in un contesto ambientale fortemente regolamentato che le ha spinte ad allontanarsi dalla logica di un’economia di mercato con effetti negativi sia in termini di efficienza sia in termini di capacità competitiva. In questa situazione la concorrenza tra gli operatori ha assunto un significato del tutto negativo: essa andava limitata al fine di preservare la stabilità dell’intero settore 1 . Negli ultimi anni però il sistema bancario italiano ha subito profonde trasformazioni che hanno avuto come conseguenza sia una radicale modifica del quadro normativo sia un ripensamento circa il ruolo attribuito alla concorrenza. E’ totalmente cambiato infatti lo scenario economico di riferimento e le banche si trovano adesso a dover affrontare un mercato caratterizzato da una maggiore intensità competitiva; oggi quindi vanno necessariamente recuperati i principi di imprenditorialità e di efficienza. E’ così che la “foresta pietrificata“ ha cominciato dapprima lentamente e poi con crescente intensità a germogliare 2 . 1 Così Padoa Schioppa, in un intervento del 2001, ha descritto il “vecchio approccio” relativo alla competizione tra banche. 2 Amato definisce con questa allegoria il sistema bancario italiano alla fine degli anni Ottanta. 4

Anteprima della Tesi di Luca Pennacchio

Anteprima della tesi: La concorrenza nel settore bancario, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Pennacchio Contatta »

Composta da 181 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5793 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 19 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.