Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il concetto di possibile in Leibniz

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 In sintesi, la presenza di infiniti mondi possibili nell'intelletto di Dio traduce e reifica a livello cosmogonico, in una proiezione antropomorfica, l'incombenza del possibile che caratterizza ogni ambito sistematico in quanto tale e insieme la sua rimozione. A livello cosmogonico, dunque, permane la potenzialità aristotelica intesa come provvisoria compresenza dei diversi, precedente la reale attuazione di uno soltanto tra essi, mentre a livello logico vien fatta subentrare quella possibilità effettiva, che Aristotele concepisce, oltre che per il possibile già in atto, per le cosiddette potenze arazionali, che non possono attuarsi che in un senso. Comunque, il possibile non cessa di distinguersi dal reale, mentre, là dove coincide con esso, ciò gli deriva soltanto da un'imposizione artificiosa, che si limita a rimuovere oltre l'impianto gnoseologico prescelto, senza però annullarle, alternative altrettanto coerenti dal punto di vista essenzialmente logico anziché specificamente sistematico .

Anteprima della Tesi di Monica Di Giacinto

Anteprima della tesi: Il concetto di possibile in Leibniz, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Monica Di Giacinto Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2358 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.