Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodi di simulazione storica per il calcolo del KiloVaR

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 In ognuno dei casi descritti, l'esposizione al rischio di mercato richiede l’adozione di strumenti operativi e metodologie che consentano un rapido monitoraggio del rischio e un’adeguata valutazione dei portafogli di mercato. L’esperienza delle banche estere, il crescente impiego di strumenti statistici e di modelli matematici nella gestione dei profili di rischio dell’attività bancaria hanno portato ad individuare nel concetto del Value at Risk, la risposta più idonea a questo problema. 1.2 IL VALUE-AT-RISK (VAR) A partire dagli anni Settanta le grandi istituzioni finanziarie cominciarono ad utilizzare il VaR per misurare il rischio dei loro portafogli. Nell’Ottobre del 1994 la Banca J.P. Morgan propose il VaR come misura del rischio di mercato, attraverso l’elaborazione della metodologia RiskMetrics™, rendendolo uno dei più importanti e diffusi strumenti per misurare il potenziale rischio di perdite economiche. Esso è diventato, così, una misura standard utilizzata dagli analisti finanziari per quantificare il rischio di mercato. Il Value at Risk è definito come “la massima perdita potenziale di uno strumento finanziario (o di un portafoglio) su un orizzonte temporale dato e con un certo livello di confidenza (o con un certo livello di probabilità), in condizioni normali di mercato”[13]. Alternativamente esso può essere interpretato come l’ammontare di capitale che un istituto dovrebbe accantonare per assorbire le perdite nel suo portafoglio legate a tutte le manifestazioni sfavorevoli di prezzo, sulla base di un predeterminato intervallo di confidenza. Il portafoglio può essere quello di un singolo trader, nel qual caso il VaR misura il rischio che egli sta assumendo con il denaro della società, oppure

Anteprima della Tesi di Silvia Soldesti

Anteprima della tesi: Metodi di simulazione storica per il calcolo del KiloVaR, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Soldesti Contatta »

Composta da 140 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1955 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.