Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le indagini psicografiche: teoria e pratica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 ultimo si accresce», essendo decrescente, positiva e minore dell’unità, la propensione marginale al consumo (Fabris, 1992). Tuttavia, queste teorie sul comportamento del consumatore basate sui concetti di razionalità economica e di utilità dei beni sono vecchie di qualche anno. E’ infatti da parecchio tempo, ormai, che è stato dimostrato che il consumatore non cerca di massimizzare razionalmente l’utilità dei beni che acquista, perché il suo comportamento di consumo è generalmente motivato da molte altre e più complesse finalità e non è, in realtà, autonomo ed indipendente né dai comportamenti di altro tipo dello stesso individuo, né dai comportamenti degli altri individui, ma è sottoposto a molte sollecitazioni di tipo psicologico e sociale. Tra le prime critiche mosse a tali teorie, di grande interesse è quella del sociologo Max Weber, il quale introduce il concetto di “razionalità rispetto allo scopo” in contrapposizione a quello di razionalità economica tout court, sostenendo, come spiega molto bene il Livolsi, che il consumo «è un agire razionale, per cui un attore, sulla base di un set di motivazioni personali (bisogni, desideri, aspirazioni) investe una quota delle sue attività economiche per ottenere un bene che appare necessario o appetibile in una data situazione, nell’ambito di valori o modelli culturali personalmente elaborati o collettivi e condivisi». Negli anni che precedono la seconda guerra mondiale ed in quelli della ricostruzione si accentua la critica al concetto di homo oeconomicus, in quanto entità artificiosa, perfettamente

Anteprima della Tesi di Marilena Pellegrino

Anteprima della tesi: Le indagini psicografiche: teoria e pratica, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marilena Pellegrino Contatta »

Composta da 257 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2036 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.