Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il bilancio delle aziende sanitarie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 Premessa: L’evoluzione nel tempo dell'assetto delle competenze in materia sanitaria. Sin da prima dell’approvazione della legge istitutiva del Servizio sanitario nazionale, e fino ai più recenti decreti di riordino e razionalizzazione della materia, l’ordinamento dei servizi sanitari, ha assistito, spesso, al mutamento della distribuzione delle competenze istituzionali per mezzo delle quali assicurare le funzioni ed i compiti rivolti alla tutela della salute degli individui e della collettività. Infatti nelle società moderne la tutela della salute è stata ed è un bisogno primario del singolo individuo e una responsabilità sociale della collettività organizzata. Partendo da tale presupposto, da molto tempo tutti i paesi economicamente sviluppati hanno dato vita a sistemi sanitari nell’ambito dei quali operano, secondo varie forme e modalità, strutture ed organizzazioni finalizzate alla produzione ed alla erogazione di servizi sanitari. In Italia il Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) è stato istituito nel 1978 con la legge n. 833. Con tale istituzione si sono costituite le premesse per dare un’organizzazione sistemica ad un’attività di assistenza che in precedenza si presentava molto più articolata e frammentaria.

Anteprima della Tesi di Ida Rosanova

Anteprima della tesi: Il bilancio delle aziende sanitarie, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Ida Rosanova Contatta »

Composta da 340 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14492 click dal 05/07/2004.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.