Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il bilancio delle aziende sanitarie

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 del decentramento delle funzioni nelle Unità sanitarie locali e sulla preminenza della programmazione sanitaria al livello sia nazionale che regionale. L’istituzione del SSN è stato fondamentale nel momento in cui vi è stata la consapevolezza di dover tutelare la salute come “un diritto fondamentale dell’individuo”; l’importante riforma sanitaria del ‘78, anche se mai attuata compiutamente, ha comunque posto le basi per garantire l’accesso alle cure sanitarie a tutti i cittadini, a livelli uniformi di assistenza su tutto il territorio valorizzando la prevenzione oltre la cura e la riabilitazione 6 . Il servizio sanitario nazionale è stato così costituito e rappresentato dal complesso delle funzioni, delle strutture, dei servizi e delle attività destinati alla promozione, al mantenimento ed al recupero della salute 6 I principi fondamentali su cui si ispira l’organizzazione del SSN sono: • Il principio dell’universalità degli utenti: l’assistenza sanitaria, è garantita a tutti coloro (persone fisiche) che risiedono o dimorano nel territorio della Repubblica, siano essi cittadini o stranieri ed apolidi; • Il principio dell’uguaglianza : Il SSN si esplica a favore di tutta la popolazione senza distinzione di condizioni individuali o sociali. Ciò comporta, come precisato più volte dalla Corte costituzionale, che il legislatore possa dettare regole differenti per situazioni differenti sempre però che la diversità sia giustificata da presupposti logici ed oggettivi ovvero che sia la legge a riconoscerla; • Il principio della globalità degli interventi: Il SSN assicura il collegamento ed il coordinamento con le attività e con gli interventi di tutti gli altri organi, centri, istituzioni e servizi, che svolgono attività comunque incidenti sullo stato di salute degli individui e della collettività. Ne deriva una maggiore varietà delle prestazioni erogabili che non coincidono esclusivamente con quelle curative, preventive e riabilitative potendo identificarsi con attività che anche indirettamente incidono sulla salute pubblica (tutela della salute mentale, tutela dall’inquinamento, igiene degli alimenti e delle bevande etc…); • Il principio della partecipazione democratica dei cittadini/utenti : la partecipazione è intesa, nell’ottica del legislatore, come controllo sulla funzionalità delle strutture sanitarie. Tale principio è rimasto, di fatto, inattuato fino alla normativa delegata (D.Lgs. 502/1992). Crf ., Mapelli V., op. cit , 1999 pag. 221.

Anteprima della Tesi di Ida Rosanova

Anteprima della tesi: Il bilancio delle aziende sanitarie, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Ida Rosanova Contatta »

Composta da 340 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14506 click dal 05/07/2004.

 

Consultata integralmente 39 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.