Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Imprenditore agrituristico e fallimento

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Le materie non indicate, ovviamente rimanevano nella competenza statale. L'elencazione delle materie poneva il problema della identificazione giuridica delle materie stesse. Nella materia "agricoltura", per esempio, poteva porsi il problema se le leggi regionali potevano regolare i contratti agrari o la concessione di crediti alle imprese agricole. Per cercare di risolvere il problema sono state proposte alcune interpretazioni. L'interpretazione oggettiva identifica le materie in riferimento alla eccezione corrente del termine, l'interpretazione teologica o finalistica, invece, è attenta alle finalità da perseguire per cui è tendenzialmente espansiva perché permette di considerare anche materie collegate o connesse 5 . La Corte Costituzionale ha interpretato il limite della materia in modo rigoroso sostenendo che le formule in questione "si debbano interpretare secondo il significato che hanno nel comune linguaggio legislativo e nel vigente ordinamento giuridico" 6 . La Corte, pertanto ha accolto l'interpretazione oggettiva. Nell'ambito di tali materie, la Corte Costituzionale ha sottratto particolari settori (o particolari modi di disciplina) alla potestà legislativa regionale. Fra questi la Corte ha sottratto alla competenza regionale la regolarizzazione dei rapporti di diritto privato, che in base al principio 5 Cfr. G. ZAGREBELSKY, Manuale di diritto costituzionale, vol. I, Torino, 1992, p. 218. Inoltre l'autore afferma che "si escludeva altresì, anche l'esistenza di poteri impliciti, strumentali rispetto all'intervento in una determinata materia. Secondo l'interpretazione oggettiva le Regioni non sarebbero, insomma, abilitate a scegliere liberamente i mezzi giuridici per intervenire nelle materie attribuite alle loro competenze: i mezzi devono essere diretti (direttamente afferenti all'oggetto) non indiretti cioé legati ad essi solo da un vincolo di scopo". 6 Cfr sentenza 22 dicembre 1961, n. 66. Questo principio è stato successivamente ribadito da altre sentenze, fra le quali sent. 2 luglio 1958, n. 45, 14 maggio 1966, n. 41, 20 aprile 1968, n. 29.

Anteprima della Tesi di Giovanni Camplani

Anteprima della tesi: Imprenditore agrituristico e fallimento, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giovanni Camplani Contatta »

Composta da 155 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3768 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.