Skip to content

Giusto processo e diritto dell'imputato a confrontarsi con l'accusatore

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I 11 §3. DIRITTO AL CONFRONTO E PROVA PENALE §3.1. Un impatto trasversale Si è riconosciuto in apertura come ogni «versione» - nazionale o internazionale - del diritto al confron- to risenta, in larga misura, delle regole concernenti la gestione processuale (sotto i diversi profili dell’ammissione, assunzione e valutazione) di svariati mezzi di prova. È venuto il momento di rendere concreta questa asserzione con un elementare esempio. Tizio entra in banca per effettuare un prelievo. Dopo pochi istanti, un rapinatore armato fa in- gresso nel locale, sequestra un cassiere, intasca il bottino e fugge indisturbato. Da posizione privilegia- ta, Tizio osserva la scena, notando il volto del rapinatore, l’inflessione della sua voce e il modello del revolver. Se è ragionevole supporre che Tizio attenda pazientemente l’arrivo della polizia e collabori alle relative indagini, non è complicato prospettare un epilogo alternativo. Si immagini che Tizio deci- da di allontanarsi il prima possibile dalla filiale per evitare ritardi e fastidi, salvo imbattersi all’uscita nell’agente Sempronio. Alle richieste di spiegazione avanzate da quest’ultimo, Tizio riporta l’accaduto, fornendo tuttavia generalità false per evitare di essere successivamente rintracciato. Tizio fa quindi ritorno a casa e, dopo aver raccontato i fatti alla moglie Tizia, annota i dettagli della propria movimentata giornata nella sua personale autobiografia. Sebbene unica sia la fonte del sapere probatorio in questione (Tizio), assai diversi sono i mezzi attraverso cui tale sapere può essere riferito in un’aula di tribunale. Si noti, tuttavia, che il ricorso all’uno piuttosto che all’altro mezzo non modifica di una virgola l’aspettativa dell’imputato Caio di confrontarsi con Tizio, per contestarne la sincerità, lo spirito d’osservazione così come la sua espe- rienza nell’identificazione di accenti e armi da fuoco. Nell’epilogo «ordinario», Tizio verrà presumi- bilmente citato a comparire e presterà testimonianza, confermando ovvero ritrattando quanto affermato nell’imminenza del delitto. L’epilogo «alternativo», al contrario, apre la via ad una pluralità di scenari probatori. In taluni ordinamenti, l’accusa potrà convocare quale testimone d’accusa il negligente agen- te Sempronio affinché riporti il contenuto delle dichiarazioni a suo tempo verbalizzate. È possibile i- noltre che Tizia, cittadina modello, si faccia avanti sua sponte per esporre il racconto del marito. Non è nemmeno escluso che un funzionario di polizia si imbatta nel diario di Tizio durante una perquisizio- ne, lo sequestri e lo alleghi al materiale da sottoporre all’esame della corte incaricata del giudizio sulla rapina. Si anticipa fin d’ora (ma il tema sarà approfondito infra, cap. II, §2.1.1.) che simili situazioni generano un potenziale conflitto con le esigenze di tutela del diritto al confronto ogniqualvolta la di- chiarazione di Tizio possa essere utilizzata dalla corte a prova della verità degli enunciati fattuali ivi affermati. Viceversa, tale problema non sussiste quando la dichiarazione rileva in sede processuale come mero fatto, ossia per dimostrare che essa è stata effettivamente resa.
Anteprima della tesi: Giusto processo e diritto dell'imputato a confrontarsi con l'accusatore, Pagina 13

Preview dalla tesi:

Giusto processo e diritto dell'imputato a confrontarsi con l'accusatore

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Maffei
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Dottorato in diritto e procedura penale
Anno: 2004
Docente/Relatore: Franco Della Casa
Istituito da: Università degli studi di Genova
Dipartimento: DIPU Dipartimento di diritto pubblico e processual
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 251

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

giusto processo
testimoni anonimi
testimoni assenti
testimoni vulnerabili
diritto penale
diritto al confronto con l'accusatore

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi