Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Federal Reserve System. Struttura, evoluzione e prospettive di cambiamento di una banca centrale indipendente

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I La struttura del Federal Reserve System 10 passive del proprio bilancio, nonché tramite la fissazione dei tassi di risconto e anticipazione con i quali concede credito alle banche. Ogni volta che la banca centrale acquista o vende un’attività, cioè acquista o vende titoli, in genere emessi dallo Stato o da esso garantiti, oppure aumenta o riduce il credito alle banche o al Tesoro, ovvero, infine, acquista o vende valuta estera, di fatto espande o riduce l’ammontare del proprio passivo, cioè la base monetaria. Quest’ultima si trova a fondamento della piramide di espansione del credito: una parte di essa viene assorbita nella circolazione sotto forma di banconote per pagamenti correnti; un’altra parte assume la forma di riserve bancarie. Per comprendere l’attività svolta dalla banca centrale occorre evidenziare che la quantità di credito che il sistema bancario può estendere all’economia, nonché il livello e la struttura dei tassi di interesse sono in una stretta relazione funzionale con la quantità di riserve di base monetaria. Il rapporto tra espansione della base monetaria e volume di credito e depositi bancari può essere modificato e reso più rigido attraverso riserve obbligatorie, che le banche debbono versare presso la banca centrale. Anni di ricerca e di analisi sono stati spesi per cercare di descrivere, quantificare e meglio comprendere le relazioni fra le variabili che la banca centrale controlla, le variabili dei mercati creditizi e finanziari, e, soprattutto, le variabili economiche, quali inflazione, produzione e occupazione. 1 Negli ultimi anni tali studi hanno portato alla tesi secondo cui i risultati macroeconomici sembrerebbero migliori in quei paesi in cui le banche centrali godono di maggiore indipendenza. Tali conclusioni hanno trovato un notevole riscontro nell’evidenza empirica. Alcuni economisti hanno sviluppato diversi metodi per quantificare il grado di indipendenza (politica ed economica). Dall’evidenza empirica raccolta da tali studiosi, risulta, inoltre, che nei paesi dove la banca centrale gode di maggiore 1 Tale citazione intende riferirsi agli studi compiuti da Kydland e Prescott (1977), Barro e Gordon (1983), Rogoff (1985), Alesina e Summers (1993) ed altri.

Anteprima della Tesi di Silvia Pavini

Anteprima della tesi: Il Federal Reserve System. Struttura, evoluzione e prospettive di cambiamento di una banca centrale indipendente, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Pavini Contatta »

Composta da 213 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2876 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.