Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Costruzione etico-sociale del doping tra scienza e diritto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IV doping va costruita fornendo delle basi giustificative sulle quali poter portare avanti una valida ed adeguata politica antidoping. Va curata in prima battuta la fase preventiva, attraverso un costante impegno educativo ed informativo, diretto a sensibilizzare non solo gli sportivi, ma anche l’intera opinione pubblica. Negli anni si sono susseguiti svariati tentativi di dare una definizione certa ed univoca di doping, evidenziando però un fallimento su quasi tutti i fronti. La pratica del doping si configura senza dubbio come un comportamento plurioffensivo, in quanto lede da una parte i principi di lealtà e correttezza sportiva, alterando la normale e sana competizione sportiva tra i partecipanti, dall’altra parte, contestualmente, danneggia e pregiudica il bene dell’integrità psicofisica di atleti e sportivi, costituendo in questo modo una seria e grave minaccia alla salute pubblica. Il doping deve essere considerato un fenomeno sempre più dilagante e non adeguatamente controllato; un fenomeno che, oltre a produrre rilevanti effetti sul piano economico-sociale, implica un ben più grave problema etico-sanitario, legato all’illecita manipolazione del corpo umano e alle pericolose conseguenze per la salute. Per queste ragioni nel fornire una definizione etico sociale del doping è indispensabile tener conto di entrambi questi aspetti: doping inteso quindi sia come frode e azione deprecabile verso la comunità sportiva, sia come pericolo per la salute non solo dell’atleta, ma anche di quella pubblica. Nella presente tesi, la prima parte è così dedicata all’illustrazione dell’iter formativo del concetto di doping, all’esplorazione del cambiamento e dell’estensione del suo significato, citando come esempi alcuni tentativi di definizione portati avanti non solo dall’ordinamento sportivo, ma anche da quello statale, e ragionando appunto sull’importanza di definire in modo corretto il fenomeno doping. Mi sono soffermato poi a descrivere brevemente gli effetti delle più diffuse sostanze dopanti e delle pratiche mediche maggiormente utilizzate a questi

Anteprima della Tesi di Stefano Cè

Anteprima della tesi: Costruzione etico-sociale del doping tra scienza e diritto, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Stefano Cè Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7132 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.