Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il banditismo in Sardegna tra progetti di rinascita e società del malessere

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Di fondamentale importanza furono i risultati cui pervenne la Commissione Parlamentare d'Inchiesta del 1969, al termine di una lunga serie di lavori, di ricerche sul campo. Le cause del banditismo sardo non risiedono tanto nell'indigenza quanto nell'arretratezza delle strutture economiche e sociali delle popolazioni delle zone più interne, in modo particolare della comunità pastorale. "La criminalità caratteristica della Sardegna è propria del mondo pastorale che trova nella Barbagia il suo centro Essa ha una storia millenaria, strettamente legata alle condizioni di vita, ai costumi e alle tradizioni dei barbaricini, al loro culto della libertà primigenia e al loro codice di vita, consacrato dal tempo e spesso contrastante con l'ordinamento giuridico dello Stato moderno. Nella Barbagia e nelle contrade vicine vi è una criminalità caratteristica, le cui origini profonde debbono essere cercate nel mondo pastorale che la produce". É, dunque, la pastorizia brada transumante, che produce una siffatta cultura e che è causa prima del banditismo. É il conflitto tra una comunità pastorale, che vive con sue proprie regole, quanto si voglia arcaiche, ed uno stato di conquistatori, di colonizzatori" che vuole imporre le sue leggi". La Commissione riteneva che il rimedio necessario e urgente consistesse nella trasformazione del pascolo brado in allevamento moderno, che non erano sufficienti interventi a scopo repressivo, mentre erano indispensabili quelli a scopo preventivo. Il Piano di Rinascita economico e sociale dell'isola, approvato nel 1962, si era rivelato un fallimento. La Commissione riconobbe le responsabilità degli amministratori regionali e del governo nazionale. Evidenziò che la sua inadeguata attuazione aveva acuito il distacco profondo tra zone interne

Anteprima della Tesi di Agnese Chiara Farigu

Anteprima della tesi: Il banditismo in Sardegna tra progetti di rinascita e società del malessere, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Agnese Chiara Farigu Contatta »

Composta da 222 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7669 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.