Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Istria e la minoranza italiana nella crisi jugoslava

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 La minoranza italiana, stanziata nelle repubbliche di Slovenia e Croazia, poteva contare, per esempio, sul quotidiano "La Voce del Popolo", sulle riviste "Panorama", la "Battana" e altri periodici minori. L'informazione radiotelevisiva era assicurata da Telecapodistria e Radio Koper-Capodistria. Il "Dramma Italiano" non si limitava a rappresentare le proprie opere nel teatro di Fiume, ma addirittura compiva tourneés regionali. Alla vivacità culturale della nostra minoranza si aggiungeva l'impegno politico assicurato dall'Unione degli Italiani dell'Istria e di Fiume, (UIIF). Nonostante la situazione delle minoranze sembrasse, a prima vista, rosea, la loro sopravvivenza era messa in pericolo dalla mancanza di democrazia nella società jugoslava. La Costituzione aveva, infatti, riaffermato il ruolo guida della LCJ, del maresciallo Tito, l'autogestione come forma specifica della "dittatura del proletariato". D'altra parte, il problema era che in un contesto privo di democrazia, la percezione da parte delle minoranze della propria condizione è falsata e viene percepita con più pericolo e intolleranza di quella di un cittadino qualunque 8 . La Costituzione del 1974 finì, così, per costituire un insieme di principi e dichiarazioni utopiche che, di fatto, furono largamente disattese. 8 S. BIANCHINI, op. cit., p. 41.

Anteprima della Tesi di Sabina Anderini

Anteprima della tesi: L'Istria e la minoranza italiana nella crisi jugoslava, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sabina Anderini Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3959 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.