Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Istria e la minoranza italiana nella crisi jugoslava

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

II austro-ungarico, passò al Regno d'Italia, che la tenne sino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, quando la città di Fiume e gran parte dell'Istria passarono alla Jugoslavia, mentre la parte nord-occidentale della penisola costituì il Territorio Libero di Trieste, diviso in zona A e zona B. Con il Memorandum di Londra nel '54, la zona A passò sotto amministrazione italiana e la zona B sotto quella jugoslava. Il contenzioso tra la Jugoslavia e l'Italia sarà chiuso definitivamente solo nel 1975 con il Trattato di Osimo e con il rispettivo riconoscimento della linea di demarcazione del '54. Attraverso le differenti dominazioni che si susseguirono nel corso dei secoli si delineò nella regione una particolare cultura che racchiudeva elementi di tutte le influenze culturali che vi si alternarono, senza identificarsi compiutamente con nessuna in particolare, mentre infiniti legami si intrecciarono tra le diverse componenti etnico-linguistiche autoctone, quella italiana, quella slovena (a nord) e quella croata. L'equilibrio e la convivenza tra queste componenti subirono nel corso della storia profondi cambiamenti: all'indiscusso primato culturale italiano, che si accompagnò ad un lento ed inconsapevole processo di acculturazione e assimilazione dell'élite della componente slava, durante la dominazione veneziana, seguì, nell'epoca risorgimentale, l'affermazione di identità nazionale su base etnica che portò alla contrapposizione di italiani a croati e sloveni.

Anteprima della Tesi di Sabina Anderini

Anteprima della tesi: L'Istria e la minoranza italiana nella crisi jugoslava, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sabina Anderini Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3959 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.