Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lesioni da mobbing e responsabilità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 ed è opera del tedesco Harald Ege 12 che da anni svolge la propria attività nel nostro Paese. Da sempre il diritto segue la scienza e traduce in termini giuridici quanto già è consolidato dalla prassi empirica: da ciò consegue che lì, dove gli studi e le elaborazioni scientifiche sui fenomeni sociali, riconducibili a rapporti tra colleghi di lavoro o tra superiori gerarchici e subalterni, hanno avuto il loro debutto, si sono sviluppate le prime forme di tutela giuridica della persona del lavoratore in punto di lesione dei diritti. Per questa 12 HARALD, EGE. Psicologo del lavoro e specialista in Relazioni Industriali e del Lavoro, collabora con l’Università di Bologna e ha fondato PRIMA, “Associazione Italiana contro Mobbing e stress psicosociale”. Autore di numerosi studi condotti sul fenomeno: EGE, H., Mobbing. Che cos’è il terrore psicologico sul posto di lavoro, Pitagora, Bologna, 1996; EGE, H., Il mobbing in Italia. Introduzione al mobbing culturale, Pitagora, Bologna, 1997; Ege, H., I numeri del mobbing, la prima ricerca italiana, Pitagora, Bologna, 1998; EGE, H., LANCIONI, M., Stress e mobbing, Pitagora, Bologna, 1998; EGE, H., I numeri del mobbing. Interviste e questionari a più di trecento vittime, Pitagora, Bologna, 1999; EGE, H., Mobbing, conoscerlo per vincerlo, FrancoAngeli, Milano, 2001; EGE, H., Mobbing aziendale e collettivo, o molestia, in Lav. Giur., 2002, p. 76; EGE, H., La valutazione peritale del danno da mobbing, Giuffrè, Milano, 2002. Negli anni 1996 e 1997 ha effettuato un’indagine sul fenomeno del mobbing considerando trecento vittime di queste persecuzioni sui luoghi di lavoro in tutto il territorio nazionale (con prevalenza di casi nel Lazio, Emilia Romagna e Lombardia). I risultati di questo studio sono riportati nell’opera, EGE, H., I numeri del mobbing: la prima ricerca italiana, op. cit., p. 8. La ricerca mette in evidenza che in Italia le vittime sarebbero circa un milione e mezzo (le statistiche condotte, negli anni 1996-1997, dall’ “European Foundation for Improvement of Living and Working Conditions”, un istituzione dell’Unione Europea, indicano che in Italia la prevalenza del fenomeno tra i lavoratori si attesta intorno al 4,2%), mentre non meno di cinque milioni quelle, in qualche modo, coinvolte nel fenomeno (spettatori o amici e familiari delle vittime). Il mobbing è estremamente pericoloso, potendo addirittura indurre a suicidi. Ricerche condotte in Svezia hanno stimato che, in questo Paese, il 10%-15% dei suicidi sarebbe riconducibile a questo fenomeno (Fonte: LEIMANN, H., Suicide and conditions at Workplace, 1990). In Italia tale percentuale si attesterebbe intorno al 13% (Fonte: EGE, H., op. cit.).

Anteprima della Tesi di Andrea Bonazzi

Anteprima della tesi: Lesioni da mobbing e responsabilità, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Bonazzi Contatta »

Composta da 258 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4872 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.