Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'information technology nelle compagnie di assicurazione: programmazione di un consulente virtuale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

bene-servizio che impone la capacità di acquisire e mantenere i clienti attraverso un’azione di sensibilizzazione costante piuttosto che con un’imposizione del prodotto. Un’ultima caratteristica da non sottovalutare sta nella regolamentazione cui i servizi sono sottoposti: questo settore, infatti, ha regole molto più rigide di quello dei prodotti, fatto che risulta evidente nel caso di servizi pubblici o in concessione. In questi ambiti la normativa limita in modo rilevante tanto l’autonomia dell’esercente, fissandone, ad esempio, orari e modalità di servizio, quanto quella dell’utente, con una scelta limitata dalle condizioni di monopolio in cui gli esercenti si trovano ad operare. Tenendo ben presenti le caratteristiche appena descritte, è possibile comprendere come le compagnie assicurative non possono limitarsi ad applicare le regole base del marketing, ma devono adattarle alla situazione particolare in cui si trovano ad operare. Per questo motivo, il processo del marketing assicurativo risulta piuttosto complesso e può essere rappresentato attraverso uno schema altrettanto complesso: Fig. 1 – Il sistema del marketing delle assicurazioni (Fonte: Eminente&Cherubini SaS). Come si può notare, l’intera azione scaturisce dall’effetto prodotto nella compagnia dall’analisi dei cosiddetti fattori di input, composti, in linea generale, dalle diverse influenze esercitate sul mercato da una specifica compagnia e attraverso una specifica azione di marketing e dipendono dal modo in cui il mercato stesso accetta o respinge quest’azione. Nello schema, in particolare, l’input è costituito da un insieme di decisioni (strategia di compagnia, strategia di marketing, marketing mix) che, combinate opportunamente tra loro, costituiscono uno stimolo per il mercato di riferimento e influenzano il processo di accettazione o rifiuto da parte del consumatore. Da questa interazione, nasce un output, un risultato visibile e quantificabile che, nel caso delle compagnie assicurative, è costituito dal consuntivo relativo a premi, polizze e altro. Ma

Anteprima della Tesi di Giorgia Costa

Anteprima della tesi: L'information technology nelle compagnie di assicurazione: programmazione di un consulente virtuale, Pagina 12

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giorgia Costa Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1479 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.