Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'information technology nelle compagnie di assicurazione: programmazione di un consulente virtuale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

l’azione di marketing non si esaurisce in questo momento: analizza i risultati raggiunti e raccoglie una serie di informazioni utili per le successive scelte della compagnia. Solo una valutazione oggettiva dei risultati raggiunti da una compagnia può far capire dove è necessario o possibile effettuare correzioni strategiche e solo così si può capire in che modo orientare le future decisioni di input. Nello schema questo importante elemento è indicato come informazioni interne e indica il feedback che, attraverso una continuità nelle azioni di marketing della compagnia, contribuisce ad ampliare le possibilità di scelta nelle azioni da intraprendere. Per formulare le strategie di input i responsabili del marketing partono da uno schema molto simile a quello proposto e lo analizzano attraverso stadi successivi di disaggregazione: 1. scenario: per prima cosa si analizzano i generici fattori ambientali, esterni all’organizzazione, ma in grado di influenzarne l’operato. Sono riconducibili a quattro dimensioni principali (economica, socio-demografica, tecnologica e politico-normativa) e possono influenzare la strategia di una compagnia creando una serie di instabilità o di turbolenze; 2. settore assicurativo: nello schema riportato questa dimensione è rappresentata da tutti i fattori che appaiono racchiusi in un quadrato; la loro importanza è fondamentale per rilevare oil peso e il ruolo della compagnia in relazione alle altre. Sempre in quest’ambito, poi, la compagnia riesce ad individuare l’area o le aree di affari in cui le risulta più conveniente operare; 3. segmenti di domanda e concorrenza: questa componente prende in considerazione le scelte strategiche fatte in relazione alla segmentazione della domanda e al posizionamento concorrenziale. Nel primo caso si suddivide il mercato in diversi gruppi omogenei di clienti e ognuno di questi viene indicato come target da raggiungere. Con le scelte relative alla seconda indicazione, i responsabili del marketing analizzano i diversi beni offerti dal settore e si valuta il ruolo specifico coperto dalla compagnia di riferimento in questa azione; 4. consumatore finale: quello di cui è indispensabile tenere conto è il comportamento d’acquisto di un potenziale cliente, dove con questa espressione si intende il processo con cui un individuo passa dalla percezione di un bisogno all’acquisto e uso di un bene. Questo iter può essere influenzato da molteplici fattori che non possono essere trascurati dagli analisti: ξ fattori ambientali, su cui la compagnia non può agire in nessun modo ma che deve analizzare e saper riconoscere;

Anteprima della Tesi di Giorgia Costa

Anteprima della tesi: L'information technology nelle compagnie di assicurazione: programmazione di un consulente virtuale, Pagina 13

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giorgia Costa Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1479 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.