Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

The Shining e la sua organizzazione spazio-temporale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 performance in gran parte poco convincente 16 ”. La realtà è che Kubrick sceglie di effettuare una variatio rispetto al personaggio di Wendy nel romanzo, rendendo la moglie di Jack meno attraente e fiduciosa in se stessa di quanto non fosse nel libro di King. Una donna che nel film appare spesso irritante. Questo anche per spiegare le ragioni della devozione ancora intatta nei confronti del marito, ma anche per creare un alibi attenuante nel pubblico che si fosse trovato a parteggiare per Jack. In poche parole, Wendy doveva suscitare più antipatia che compassione. Leon Vitali, che aveva interpretato Lord Bullingdon in Barry Lyndon, divenne assistente personale di Stanley Kubrick, e lo sarebbe rimasto fino alla morte del regista. Fu lui, insieme alla moglie Kersti, ad intervistare più di cinquemila bambini tra Chicago, Cincinnati e Denver per trovare l’interprete di Danny Torrance. Le tre città furono scelte dal regista perché il bambino avesse un accento a metà tra quello di Nicholson e quello della Duvall. Fu scelto Danny Lloyd, alla sua prima esperienza cinematografica. Il bambino avrebbe rivelato un talento fuori dal comune, soprattutto nel saper gestire l’espressività del volto. Come ebbe a dire Riccardo Aragno 17 , amico di Kubrick e curatore della versione italiana, Danny Lloyd era veramente dotato dello shining. Per interpretare il personaggio di Dick Hallorann, il cuoco di colore provvisto, come Danny, dello shining, inizialmente era stato scelto Slim Pickens, un reduce di Dr. Strangelove (1964), dove interpretava il maggiore T. J. “King” Kong. Dopo il suo rifiuto fu scelto Sherman “Scatman” Crothers, ex-cantante ed attore in ruoli di supporto, per il quale intercesse lo stesso Nicholson, che aveva recitato con lui in tre film, tra i quali Once Flew Over the Cuckoo’s Nest. La scarsa memoria dell’attore, che spesso dimenticava intere sezioni dei dialoghi, avrebbe creato ulteriori estensioni dei tempi di ripresa, che, a causa di incidenti sul set 18 , e della continua ripetizione di ciak, sarebbero passati dalle diciassette settimane previste alle più di cinquanta effettive. Nonostante ciò, Kubrick non pensò mai di sostituirlo, e le motivazioni sono visibili sullo schermo. 16 J.Baxter, op.cit., p.365 17 M.P.Fusco, Intervista a Riccardo Aragno, in (cura di) L.Sogni/L.Brivio, op.cit., p.75 18 Durante le riprese parte del set fu distrutta da un enorme incendio, e fu necessaria una pausa per la ricostruzione degli ambienti. Lo stesso fatto era già accaduto sul set di 2001:A Space Odyssey

Anteprima della Tesi di Simone Parnetti

Anteprima della tesi: The Shining e la sua organizzazione spazio-temporale, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Simone Parnetti Contatta »

Composta da 321 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13262 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.