Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Controllo di gestione e risk management nelle imprese di trasporto aereo. Il caso Gandalf

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 1.1 Il settore del trasporto aereo Ad una attenta osservazione, il settore del trasporto aereo può assimilarsi ad un oligopolio differenziato 1 , tendenzialmente collusivo e non contestabile: Un mercato si definisce contestabile 2 se: • ogni impresa vi può liberamente accedere • non esistono barriere per l’ entrata nei mercati esistenti e per l’ utilizzo delle tecnologie disponibili • i potenziali nuovi entranti accedono con gli stessi costi delle imprese già operanti e possono uscirne senza subire perdite Il settore delle compagnie aeree è caratterizzato da elevate barriere all’ ingresso che assumono la forma di fabbisogni di capitale e know-how, autorizzazioni, economie di scala, accesso agli slot e così via. Lo sviluppo delle imprese verso una più ampia dimensione operativa avviene principalmente attraverso fusioni e incorporazioni (o comunque tramite alleanze) piuttosto che tramite linee interne e la tendenza all’imitazione dei comportamenti è la regola più che l’ eccezione. Per quanto ogni vettore tenda a presentarsi in modo differente nel mercato, la ricerca dell’ efficienza, imperativo ormai condiviso, spinge la grande parte degli attori al ricorso al mercato per approvvigionarsi una serie di servizi i cui costi, nel caso in cui fossero autoprodotti, sarebbero molto più elevati. E’ questo, ad esempio, il caso dei servizi di manutenzione e del catering a bordo, per i quali è sempre più diffuso il ricorso a formule contrattuali di outsourcing 1 Secondo Frank (1991) si ha un regime di oligopolio differenziato quando i pochi venditori prevalenti nel mercato (e in concorrenza fra di loro) si differenziano per l’ offerta dei propri prodotti che si presentano comparabili ma non identici 2 Baumol, Panzar, Willig “Contestable markets and the theory of industry structure”, 1988

Anteprima della Tesi di Simone Dalledonne

Anteprima della tesi: Controllo di gestione e risk management nelle imprese di trasporto aereo. Il caso Gandalf, Pagina 4

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative

Autore: Simone Dalledonne Contatta »

Composta da 158 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5216 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.