Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La multidimensionalità del digital divide e il ruolo della Pubblica Amministrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 CAPITOLO 1 IL DIGITAL DIVIDE GLOBALE 1.1 Cosa significa digital divide? La diffusione delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) ha accelerato il processo di globalizzazione, ed ha favorito la nascita di un sistema in cui le attività economiche sono sempre meno legate al territorio e sempre più vincolate all’integrazione telematica dei vari attori; tale processo, tuttavia, è stato tanto rapido quanto diseguale tra le diverse regioni del mondo, determinando così l’inasprirsi delle disparità socio-economiche tra le diverse nazioni e tra i diversi gruppi sociali. Col passare del tempo, ci si è quindi liberati dalla visione romantica e salvifica della tecnologia come automatica portatrice di benessere diffuso, e ci si è trovati di fronte ad un problema di enorme portata: il digital divide. Digital Divide è il termine tecnico utilizzato per esprimere le disuguaglianze nell’accesso e nell’utilizzo delle tecnologie della cosiddetta “Società dell’informazione” 1 (Internet in particolare), disparità che si ripercuotono sulla qualità della vita e sulle 1 Il termine può essere analizzato nell’accezione del professor Negroponte; il quale distingue, fondamentalmente, tra entità basate su atomi ed entità basate su bit. Una società dell’informazione è centrata essenzialmente su entità immateriali e quindi sui bit. Ci si arriva sostanzialmente attraverso quattro ondate, che brevemente sintetizzano la rivoluzione dell’”information technology” dagli anni ‘60 ad oggi. Il primo periodo è quello degli elaboratori centrali, dei mainframe, il cui paradigma di riferimento sono le istituzioni e le organizzazioni. La seconda ondata, negli anni ’80, è caratterizzata dal personal computer; il paradigma di riferimento a questo punto diventano gli individui, sia all’interno delle aziende, progressivamente vengono collegati da ponti quali le reti locali, sia all’interno delle loro case, alla fine del decennio. Il periodo attuale è segnato dall’ascesa delle autostrade digitali, ovvero dalla connessione, in un’unica infrastruttura a livello mondiale, di tante “isole”. Questa condizione favorirà il passaggio alla quarta ondata, cioè al periodo della costruzione della vera e propria “società dell’informazione”, caratterizzata dalla centralità di un contenuto completamente digitalizzato e totalmente convergente.

Anteprima della Tesi di Luigi Villanova

Anteprima della tesi: La multidimensionalità del digital divide e il ruolo della Pubblica Amministrazione, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luigi Villanova Contatta »

Composta da 288 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4008 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.