Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il trasporto del combustibile nucleare: regolamenti, fattibilità e verifica sul caso dell'irraggiato del Garigliano

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 0 INTRODUZIONE Pag.2 responsabilità civile nell’uso pacifico dell’energia nucleare ha comportato un adeguamento legislativo. Dal punto di vista delle sole operazioni di trasporto e delle relative procedure si deve tenere conto dei regolamenti internazionali per il trasporto via aerea, ICAO, via mare, IMDG e nell’ambito della Comunità Europea il regolamento per il trasporto di merci pericolose su strada, ADR, e su rotaia, RID. Questi ultimi hanno visto la luce come regolamenti separati negli anni sessanta e sono giunti nella loro ultima versione riuniti sotto un unico testo. In tutto questo quadro l’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica (IAEA) ha il compito di redigere un regolamento di riferimento per un corretto trasporto che non ha alcuna capacità di vincolo ma che viene proposto da essa all’attenzione delle autorità competenti. Il “Regulations for the safe transport of radioactive material” è giunto nell’anno 1996 alla sua ultima stesura attualmente in vigore dal 1 luglio 2001. La riorganizzazione delle informazioni raccolte ha suggerito di dividere gli argomenti in capitoli in modo da individuare rapidamente gli aspetti di maggiore interesse. Prima di tutto è opportuno, per avere dei punti di riferimento, conoscere le figure e gli enti che hanno voce in capitolo nel trasporto, dall’esercente alle autorità nazionali, dal trasportatore allo speditore. In seguito si vuole chiarire come la legislazione vigente sul trasporto classifica ed indica il materiale, per poi entrare negli aspetti legati al collo, visto come contenitore più il contenuto, quali siano i requisiti necessari alla sua approvazione ed i numeri identificativi. Il trasporto può avvenire sia via terra, su gomma o rotaia, oppure per via marittima o per via aerea o una qualsiasi loro combinazione; è bene, quindi, individuare i regolamenti o le convenzioni che sovrintendono al loro svolgimento. Aspetto importante sono poi le autorizzazioni che bisogna chiedere ed ottenere dagli enti preposti senza le quali non è possibile effettuare il trasporto. Per avere l’autorizzazione

Anteprima della Tesi di Gianrico Lombardi

Anteprima della tesi: Il trasporto del combustibile nucleare: regolamenti, fattibilità e verifica sul caso dell'irraggiato del Garigliano, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Gianrico Lombardi Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 977 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.