Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tecnopsicologia e infanzia. Processi di apprendimento e utilizzo delle nuove tecnologie in ambito formativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 Il comportamento e lo sviluppo venivano ricondotti all’influenza dell’ambiente nel Comportamentismo e all’influenza dei fattori biologici nella Psicanalisi. Il Comportamentismo spiegava il comportamento come deterministicamente e unidirezionalmente influenzato dall’ambiente e dagli stimoli che provenivano da esso, senza alcuna considerazione nei confronti dell’azione individuale. La Psicanalisi invece spiegava il comportamento come risultato dell’azione della pulsione, un‘energia psichica di produzione endogena e derivazione istintuale. Sigmund Freud quindi riconduceva il comportamento umano all’azione della pulsione sessuale e della pulsione di morte, volta alla distruzione. Nel corso del ‘900 a partire dalle scienze fisiche e successivamente in quelle biologiche e umane, i modelli deterministici sono stati sempre più messi in discussione. Si affermava la visione sistemica e dinamica, caratterizzata da reciproche modificazioni e interazioni delle variabili lungo il tempo. Di conseguenza veniva meno la distinzione tra variabile indipendente e variabile dipendente e ciascuna variabile poteva essere sia causa e sia effetto di altre. Alle previsioni deterministiche, basate sulla causalità lineare, si sostituivano le previsioni probabilistiche che studiavano le diverse variabili presenti nel sistema e i processi che le regolavano. Determinanti nel processo di passaggio dai modelli deterministici/unicausali ai modelli contemporanei sono state le elaborazioni teoriche di Lev Vygotskij, Heinz Werner e Jean Piaget, pionieri del Costruttivismo, che affermarono per la prima volta il ruolo attivo della mente

Anteprima della Tesi di Emanuela Santina Zocchi

Anteprima della tesi: Tecnopsicologia e infanzia. Processi di apprendimento e utilizzo delle nuove tecnologie in ambito formativo, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Emanuela Santina Zocchi Contatta »

Composta da 120 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6288 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.