Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Peter Bauer: la rivalutazione di un approccio liberista ai problemi del sottosviluppo e del ruolo degli aiuti internazionali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 aumentare i propri sforzi lavorativi. Tutto questo è una conseguenza di un altro male moderno, l’eccessiva politicizzazione dell’economia che distoglie le energie dall’attività economica produttiva a favore della politica e della pubblica amministrazione; ξ l’idea di egualitarismo è di per sè in contrasto con quella di società aperta. Politiche volte al livellamento degli standard di vita sono una forma di coercizione intollerabile per una società che si definisce libera. Il raggiungimento di tale obiettivo ”baratterebbe” la promessa riduzione delle differenze di reddito e di ricchezza in cambio di una nuova disuguaglianza di potere tra i governanti e i cittadini. Da questi primi accenni alle principali tematiche affrontate da Bauer si nota subito come egli sia stato un personaggio di particolare interesse, sia per le posizioni poco ortodosse da lui prese, che hanno scatenato accesi dibattiti, sia per il metodo d’analisi utilizzato. Bauer (1987), infatti, ritiene che la “matematizzazione” dell’approccio ai temi studiati sia stata il filo conduttore dell’economia dello sviluppo a partire dagli anni cinquanta. Mentre inizialmente si poteva utilizzare un linguaggio più descrittivo ed evitare il ricorso a funzioni e modelli analitici, col passare degli anni l’uso di metodi econometrici è diventato inevitabile. Questo processo ha portato ad uno sprezzo della realtà che ha avuto alcune conseguenze negative: 1. Ingiustificata concentrazione di elementi importanti per capire lo sviluppo sotto poche macro-variabili (es. si considerano i paesi poveri come un blocco uniforme). 2. Mancata tenuta in considerazione di alcuni elementi che, seppur altamente pertinenti, non sono trasformabili in termini matematici (es. attitudi personali). 3. Confusione tra ciò che è “significativo” e ciò che è “quantificabile”. 4. Omissione del background e dei processi storici dai modelli di crescita economica. Il lavoro di Bauer è frutto dell’esperienza sul campo. Questo lo differenzia dal resto del mainstream: mentre l’ortodossia del mondo accademico ha un approccio analitico al problema dello sviluppo, Bauer ritiene che l’evidenza dei fatti sia tutto quel che serve ad un buon economista (Bauer, 1987). L’accettazione incondizionata dei metodi quantitativi ha permesso il diffondersi di studi econometrici a volte inappropriati. Al contrario il metodo basato sull’attenta osservazione della realtà è stato

Anteprima della Tesi di Francesca Costantini

Anteprima della tesi: Peter Bauer: la rivalutazione di un approccio liberista ai problemi del sottosviluppo e del ruolo degli aiuti internazionali, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Costantini Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1456 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.