Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Nuovi percorsi professionali: le carriere senza confini

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 DALLE CARRIERE ORGANIZZATIVE ALLE CARRIERE SENZA CONFINI In latino il termine utilizzato per indicare la carriera, soprattutto quella politica, era cursus (Castiglioni e Mariotti, 1981), che era anche usato per riferirsi a viaggio, percorso, flusso, andatura rapida e corsa. Questa affinità di significati ci fa comprendere che la carriera fosse vista come un percorso affrontato a notevole velocità. Se si chiede ad una persona di definire il termine “carriera”, questa adotterà una definizione il cui senso è vicino a quello di “successione di posizioni ordinate secondo una precisa gerarchia di prestigio, attraverso la quale una persona si muove in una sequenza ordinata” (Wilensky, 1961) oppure “sistemazione lavorativa raggiunta attraverso la coordinazione verticale, soprattutto in grosse e stabili imprese” (Arthur e Rousseau, 1996) oppure “relazione caratterizzata da una dipendenza di lungo periodo con un singolo datore, che comprende vari movimenti attraverso una serie di lavori interconnessi, e sempre più prestigiosi e ricchi di potere, all’interno di una gerarchia” (Tolbert, 1996) oppure “processo continuo di ascesa verso posizioni di crescente autorità e responsabilità” (Brousseau, Driver, Eneroth, Larsson, 1998). Nonostante queste siano possibili definizioni solo di un determinato tipo di carriera, per molte persone rappresentano “la” carriera, perché legate all’idealtipo dell’organizzazione burocratica (Tolbert, 1996) e perché quello a cui ci si riferisce è stato il modello dominante per molti anni, un modello caratterizzato dalla presenza di un’unica impresa, dalla crescita gerarchica e dalla sicurezza del posto di lavoro. Attualmente questo non è più l’unico modello di carriera, ma solo uno dei possibili modelli e quindi, quando si parla di carriera, si crea la necessità di specificare di quale modello si sta parlando. Per cui “la” carriera assume il nome di carriera organizzativa o di carriera bounded, che in inglese significa carriera confinata, o più pessimisticamente limitata.

Anteprima della Tesi di Stefania Lusona

Anteprima della tesi: Nuovi percorsi professionali: le carriere senza confini, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Sociologia

Autore: Stefania Lusona Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1587 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.