Skip to content

Evoluzione strutturale e legislativa del comparto vitivinicolo nazionale: il caso dei vini Doc della Maremma grossetana

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 produzione media annuale si aggirava sui 40-45 milioni di ettolitri con un consumo interno di 85-90 litri pro capite. Il vigneto occupava allora circa un milione di ettari in coltura specializzata e 2.5 milioni di ettari in coltura promiscua ed il vino si vendeva a 4-6 mila lire/hl (90-150 mila lire del 1998). A quegli anni seguì una fase altamente positiva per la vitivinicoltura italiana che si arrestò poi verso la metà degli anni 70 per iniziare a seguire un trend negativo riassumibile con eccedenze produttive, calo dei consumi interni, riduzione dei prezzi e ridimensionamento delle superfici vitate. Attualmente il vigneto italiano ricopre circa 800.000 ettari della superficie agricola con una riduzione di 440.000 ettari dal 1970 al 1999, i consumi interni si sono attestati nel 1996 sui 45 litri pro capite, il vino si vende a prezzi molto variabili in funzione del colore e della qualità a prezzi comunque non allettanti, la PLV viticola si attesta nel 1998 sui 7.095 miliardi di lire pari all’8.7% della PLV totale dell’agricoltura italiana e la produzione media annuale si aggira sui 58 milioni di ettolitri. Tuttavia attualmente grazie al notevole successo delle esportazioni vinicole italiane e all’arresto del calo dei consumi interni, maggiormente rivolti verso i vini di qualità, per il settore potrebbero ipotizzarsi scenari abbastanza positivi, soprattutto per quei territori che hanno saputo legare la produzione del vino alle tradizioni locali ed al nuovo enoturismo puntando sulla genuinità e qualità dei prodotti agricoli tra i quali il vino funziona come prodotto “di trascinamento. Un esempio concreto è rappresentato dal recente successo del settore agrituristico del territorio senese e toscano in generale, sicuramente promosso in parte dalle bottiglie di Chianti o Brunello di Montalcino sparse in tutte le enoteche e supermercati del mondo che hanno suggerito al consumatore, grazie alla qualità, un interesse particolare per certi territori e la voglia di visitarli e consumare il vino lì dove viene prodotto. Ovviamente per il rilancio del settore non è necessario solamente l’elevata qualità del prodotto vino ma sono necessari anche sforzi del legislatore, delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni, volti a tutelare il prodotto dalla concorrenza – a volte sleale – dei Paesi terzi e a contribuire al suo sviluppo grazie all’erogazione di finanziamenti pubblici mirati alla ristrutturazione e
Anteprima della tesi: Evoluzione strutturale e legislativa del comparto vitivinicolo nazionale: il caso dei vini Doc della Maremma grossetana, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Evoluzione strutturale e legislativa del comparto vitivinicolo nazionale: il caso dei vini Doc della Maremma grossetana

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Brinzaglia
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1999-00
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze economiche e bancarie di Siena
  Corso: Scienze Economiche e Bancarie
  Relatore: Simonetta Meoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 128

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bianco di pitigliano
consumi alimentari
doc
igt
legislazione europea
morellino di scansano
vino
vqprd
economia agraria
settore vitivinicolo
qualità dei generi alimentari
aziende vitivinicole

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi