Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La vendita sottocosto come fattispecie atipica di concorrenza sleale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 principi di correttezza professionale si intendono principi di ordine etico, si finisce per caricare il giudizio sulla lealtà o slealtà di un comportamento di contenuti deontologici e però si è sempre in grado di valutare qualsiasi comportamento per quanto nuovo esso sia. Se invece ai principi di correttezza professionale si dà il significato di “usi”, se ne guadagna in termini di certezza del diritto ma il rischio è di non poter valutare un comportamento del tutto nuovo per via di una norma che non risulta elastica. 1.1.1 Le tesi fenomenologiche La dottrina che si ricollega alle tesi cd. fenomenologiche parte dalla originaria concezione della concorrenza sleale come disciplina funzionalizzata a tutelare esclusivamente gli interessi della classe imprenditoriale nel garantire la lealtà nella competizione economica. 4 4 Marchetti P.- Ubertazzi L., Commentario breve al diritto della concorrenza, Padova 1997, p.504 ss.

Anteprima della Tesi di Tiziana Pardini

Anteprima della tesi: La vendita sottocosto come fattispecie atipica di concorrenza sleale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Tiziana Pardini Contatta »

Composta da 200 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6038 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 25 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.