Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo dell'organizzazione turistica pubblica per la competitività del sistema turistico europeo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 Il turismo è un fenomeno che riveste grande importanza nell’attuale fase di globalizzazione 2 , contraddistinta dall’accelerazione del progresso tecnologico nei settori delle comunicazioni e dei trasporti e, quindi, capace di imprimere un dinamismo alle reti di relazioni socioeconomiche tra i popoli (Totola, 2001, p. 124), nonché una trasformazione degli assetti produttivi e dello spazio geografico. Tali considerazioni giustificano la crescente attenzione rivolta all’attività turistica 3 , da parte di esponenti del mondo accademico, scientifico, politico, istituzionale ed imprenditoriale. Il turismo 4 , inteso come lo spostamento temporaneo di persone per svariate motivazioni 5 (Citarella, 1996, pp. 17-18), se fino al Secondo dopoguerra è stato privilegio dei ceti più abbienti, poi è divenuto fenomeno di massa, che ha coinvolto strati sempre più ampi della 2 Il processo di globalizzazione può essere distinto in tre fasi successive: l’internazionalizzazione, che attiene al commercio mondiale di beni e servizi, il quale a partire dagli anni Cinquanta ha registrato una crescita media annua (6,3%) più rapida di quella della produzione (4%); la multinazionalizzazione, riguardante i flussi di capitali e di investimenti, che negli anni Ottanta sono aumentati molto più velocemente del commercio; la globalizzazione, propriamente detta, che concerne gli scambi di informazioni e competenze, i quali hanno avuto nel corso degli ultimi anni un incremento ancora più marcato (AA.VV., 1996; Commissione delle Comunità Europee 1999). 3 La Comunità Europea ha proclamato il 1990 Anno Europeo del Turismo, per sottolineare che tale fenomeno contribuisce all’affermazione dell’identità europea e costituisce un fattore importante per la costruzione di politiche comunitarie. 4 Nonostante numerose discipline, come ad esempio la sociologia, l’economia, l’urbanistica, e la geografia, abbiano affrontato lo studio del turismo, a tutt’oggi l’identità del fenomeno non è stata ancora precisata in modo univoco, a causa delle difficoltà di individuare le dimensioni dei flussi, le caratteristiche della domanda e dell’offerta, le tipologie di turismo e la quota di mercato nell’economia mondiale. Pertanto, si rimane aderenti alla definizione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), secondo la quale è turista colui che si sposta almeno per un giorno dai luoghi di abituale residenza verso altri costituenti per varie ragioni delle mete attrattive. 5 Le motivazioni nel corso degli anni si sono diversificate fino a comprendere ricchezza di opere d’arte e testimonianze storiche, capacità organizzative dei vari gruppi etnici, particolari condizioni morfologiche e climatiche, presenza di interessanti eventi naturali, elevata qualità delle strutture ricettive e ricreative, buona posizione geografica dei centri e delle aree di alimentazione rispetto a quelle di richiamo.

Anteprima della Tesi di Immacolata Landi

Anteprima della tesi: Il ruolo dell'organizzazione turistica pubblica per la competitività del sistema turistico europeo, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Immacolata Landi Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3926 click dal 11/05/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.