Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La psicoterapia ipnotica: Milton H. Erickson e i neo-ericksoniani

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 singolo individuo, evidenziando la cruciale importanza del rapport, la relazione tra medico e paziente. Il tono della sua voce, il ritmo insolito, la sua straordinaria capacità di adeguarsi al linguaggio di chi lo ascolta, trasformano i componenti di una conversazione apparentemente comune in sapienti strumenti terapeutici. Erickson è considerato anche il primo terapeuta “strategico”, poiché è il primo grande clinico che concentri l’attenzione sulle strategie utili per il cambiamento, mettendo a punto una serie di tecniche che abbiano la finalità di dare sollievo alla sofferenza fisica e psichica del paziente nel presente, senza dover indagare il passato. Erickson, convinto che il tentativo di copiare il suo metodo avrebbe solo creato “pasticci”, decide di non formulare nessuna teoria. Tuttavia dal suo approccio alla psicoterapia nasce la corrente neo-ericksoniana: a questa è dedicato il terzo capitolo, che descrive i suoi princìpi e la rielaborazione di questi da parte del panorama italiano.

Anteprima della Tesi di Francesca Manzotti

Anteprima della tesi: La psicoterapia ipnotica: Milton H. Erickson e i neo-ericksoniani, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Francesca Manzotti Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6490 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.