Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunità cinesi: analisi nell'area barese

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

14 funziona “...nel quadro di un circuito economico costituito dall’insieme delle relazioni preferenziali che uniscono le famiglie e le imprese cinesi negli ambiti della produzione e della distribuzione, nonché del consumo, dell’occupazione e del finanziamento dell’impresa 7 ”. L’economia delle comunità si basa, infatti, essenzialmente sull’imprenditoria autonoma che esprime la volontà di appartenenza al gruppo di origine. Questa volontà, secondo Lee Huu Khoa, va spiegata secondo la teoria di un “Io collettivo”, ovvero di una personalità di gruppo che ha come punto di riferimento non solo la comunità immigrata in un singolo Paese, ma anche quelle presenti in altre parti del mondo. Le comunità cinesi, infatti, si caratterizzano per i forti reticoli esistenti sia intra-comunitari che extra-comunitari. I primi rafforzano la comunità stessa (per esempio le imprese che si rivolgono al mercato interno), i secondi, quelli che travalicano i limiti spaziali, favoriscono interazioni con altre comunità a livello locale, nazionale e sopranazionale. E’ soprattutto grazie “alla promozione di un movimento di ritorno” (vedi punto 7 della teoria di Cohen) di natura economica, in questo caso, che gli imprenditori della diaspora giocano un ruolo centrale nella transizione economica del loro Paese. In seguito all’apertura delle frontiere cinesi agli investimenti stranieri 8 ed a quelli dei cinesi emigrati, in Cina sono stati registrati flussi 7 Ma Mung, E., “Dispositif économique et ressources spatiales: éléments d’une économie de diaspora” in Revue Européenne des Migrations Internationales, la Diaspora Chinoise en Occident, 3, VIII, 1992, pp.175-94. 8 Nel 1979, con la politica dell’apertura e riforme, nota come “gaige kaifang 改革 开放” si inaugura un nuovo periodo : entra in vigore il programma delle “Quattro modernizzazioni” che prevedeva un rinnovamento in campo economico, militare, politico ; fu approvato lo schema di legge sulle joint ventures; nel 1984, , furono istituite le ZES (zone economiche speciali) e vennero aperte alcune città costiere agli investimenti stranieri, inclusi quelli dei cinesi d’oltremare.

Anteprima della Tesi di Mariangela Tondolo

Anteprima della tesi: Comunità cinesi: analisi nell'area barese, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Mariangela Tondolo Contatta »

Composta da 194 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1740 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.