Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le relazioni tedesco-russe negli anni 1989-1994. Dall'unificazione tedesca al ritiro delle truppe sovietiche dalla Germania orientale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 Contemporaneamente i rapporti con la RFT andavano mutando lentamente perché, nel contesto del confronto russo-americano, la Germania occidentale restava un elemento fondamentale. Come affermò Gorbachev: “La Bundesrepublik è la più vicina agli Stati Uniti e rappresenta l’esportazione della politica americana nel continente europeo, la Germania occidentale è la seconda sostenitrice della NATO dopo l’America […] sul suo territorio sono posizionati missili “Pershing” che possono raggiungere l’URSS in pochi minuti, […] lo dico senza ironia, all’interno della confronto globale tali argomenti avevano un certo peso”. 13 Per quanto riguarda i rapporti con l’occidente, nei primi anni il leader sovietico si preoccupò di intessere relazioni con gli Stati Uniti: “Mosca continuava, in principio, a cercare di isolare la Germania Occidentale e presumibilmente di punirla per avere permesso lo stazionamento di missili nucleari americani di medio raggio in Europa occidentale”. 14 L’Europa giocava quindi un ruolo ancora secondario. Le relazioni tra i due paesi cambiarono quando il pensiero politico di Gorbachev divenne pubblico e costituì elemento costante della politica estera ed interna del paese, man mano che i legami politici ed economici con l’occidente divennero essenziali per permettere le riforme all’interno del paese russo. Così, mentre s’infittivano gli scambi diplomatici, Gorbachev dopo l’importante discorso all’ONU in cui si parlava di “freadom of choice” e di porre fine al confronto tra i due blocchi in nome dell’umanità, si accingeva ad incontrare per la prima volta il cancelliere Kohl. La seconda fase che prendiamo in considerazione va dall’ottobre 1988 al dicembre ‘89 e comprende, oltre agli eventi che si succedettero nei paesi dell’est tra cui il ritorno del pluralismo in Polonia il 5 aprile 1989, l’apertura delle frontiere tra Austria e Ungheria il 10 settembre 13 Cfr. M. Gorbachev, Erinnerungen, op.cit, pp. 700-701 (la traduzione è a cura dell’autore). 14 Cfr. H. Adomeit, Gorbachev and German Unification: Revision of Thinking, Realigment of Power, op.cit, p. 4 (la traduzione è a cura dell’autore).

Anteprima della Tesi di Enrico Bulligan

Anteprima della tesi: Le relazioni tedesco-russe negli anni 1989-1994. Dall'unificazione tedesca al ritiro delle truppe sovietiche dalla Germania orientale, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Enrico Bulligan Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1488 click dal 30/06/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.