Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I profili antielusivi nella disciplina della ''Dual income tax''. Analisi di un microsistema

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

I – LA DUAL INCOME TAX COME MODO DIVERSO DI TASSARE IL REDDITO D’IMPRESA 7 2.1.1 – Il modello teorico di dual income tax system per le società di persone. Un’ulteriore caratteristica distintiva del modello è ravvisabile nel modo di trattare i profitti delle imprese individuali e delle società di persone, che devono essere ripartiti in una componente di reddito di capitale ed in una componente di reddito da lavoro. La componente di reddito da capitale viene identificata applicando un coefficiente presuntivo di rendimento al valore di capitale aziendale, lordo o netto a seconda dei casi. I profitti residuali sono da considerarsi reddito da lavoro. 12 La ripartizione del reddito nelle due categorie richiamate può essere più o meno estremizzata: ciò dipende dalle scelte macroeconomiche e dagli obiettivi del Paese che la attua. 13 12 Per una più ampia trattazione si veda, PEDERZOLI, Dual income taxation: dal modello puro di tassazione a quello italiano, Dir.Prat.Trib., 2000, pag. 144. 13 Svariati sono i vantaggi che questo sistema può portare. Ad esempio, la DIT ha il vantaggio di ovviare a fenomeni d’imposizione eccessiva sui redditi da capitale in caso di un’economia con inflazione. Un altro vantaggio deriva in termini di equità verticale (si soddisfa il principio di equità verticale quando ad un contribuente con maggiore capacità contributiva viene fatto pagare un equo ammontare in più di imposte rispetto ad un altro contribuente con minore capacità contributiva). Ragionando in modo opposto ai modelli classici di tassazione, i sostenitori della DIT ritengono che il suddetto principio sia maggiormente rispettato applicando un’unica tassazione con la stessa aliquota marginale relativamente bassa su tutti i redditi da capitale anziché una tassazione progressiva. Questo argomento si fonda nella constatazione che è molto difficile riuscire ad imporre un sistema coerente di tassazione dei capital gains senza applicare un’aliquota marginale d’imposta sul reddito di capitale relativamente bassa, poiché i capital gains sono generalmente tassati al momento della realizzazione. Se si imponesse una tassazione elevata si rischierebbe un effetto di immobilizzo. Una tassazione progressiva porterebbe in realtà ad una tassazione eccessiva causata dal fatto che il contribuente potrebbe essere rientrato in una categoria reddituale più alta

Anteprima della Tesi di Mauro Menardo

Anteprima della tesi: I profili antielusivi nella disciplina della ''Dual income tax''. Analisi di un microsistema, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Mauro Menardo Contatta »

Composta da 257 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2353 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.