Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Certificazione del software: problemi e metodi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 2 MODELLO DI MANUALE DELLA QUALITA' DEL SOFTWARE Volume I - Aspetti Generali • La Qualità. Si introduce il concetto di qualità, la sua evoluzione storica, le prime problematiche ed una rassegna di standard e normative di riferimento. • La qualità di prodotto: prodotti e servizi IT. Si analizza in particolare la certificazione di prodotto, specificatamente ai prodotti e servizi nell’ambito dell’Information Tecnology: le norme, gli organismi di certificazione. • La qualità del prodotto “software”. Dopo una breve storia della qualità del software si analizzano i passi verso la certificazione del prodotto SOFTWARE attraverso le varie normative. Volume II - Divisione Procedure Organizzazione funzionale per lo sviluppo del software . Descrive l'organizzazione della Funzione Sviluppo Software per lo sviluppo e/o l'acquisto di un prodotto software: è la base di individuazione dei ruoli relativi alla Qualità del Software. • Pianificazione dello sviluppo del software . Descrive le modalità di pianificazione per la realizzazione di un prodotto software e definisce le responsabilità di compilazione dei piani e le relative modalità di gestione nel tempo. • Riesami del prodotto "software". Definisce le modalità di convocazione e svolgimento dei riesami previsti durante il Ciclo di Sviluppo di un prodotto software; definisce le responsabilità di conduzione e partecipazione ai riesami. • Gestione de lla conf igurazione de l prodotto "software". Definisce i requisiti e le procedure essenziali per lo svolgimento dell' attività di gestione della configurazione del prodotto software (SCM - Software Configuration Management). • Collaudo de l prodotto "software". Definisce le modalità di pianificazione, allestimento ed esecuzione delle prove di un prodotto software. • Gestione del software acquistato da fornitori. Definisce i criteri che devono essere utilizzati nella valutazione di software di acquisizione, sviluppato su commessa o esistente in commercio, da utilizzare come software di supporto nel C iclo di Vita di un prodotto o da integrare nel prodotto. • Gestione del software fornito dal cliente . Definisce le modalità di ricevimento, accettazione, conservazione ed utilizzo del software fornito dal C liente, nei casi in cui sia previsto contrattualmente. A: Modello di piano pe r la ce rtificazione di un software dell'azienda "XYZ-SpA". B: Bibliografia. Indice. Altri aspetti a conclusione. Rassegna di aspetti conclusivi quali le figure professionali interessate, gli aspetti economici e legali, la presentazione di uno strumento diagnostico per auto-valutare la distanza dalla certificazione, un glossario e le FAQ.

Anteprima della Tesi di Alessandro Febbo

Anteprima della tesi: Certificazione del software: problemi e metodi, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessandro Febbo Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6740 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.