Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Certificazione del software: problemi e metodi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1. La Qualità 6 ƒ Ciclo Pseudo-Industriale: in tempi più moderni, nel 17°-18° secolo, inizia a verificarsi l’esigenza di produrre elevati quantitativi di pezzi per quanto possibile simili ed intercambiabili nelle caratteristiche qualitative e cioè il più possibile conformi ad un originale - l’esecutore produce e il capo controlla. ƒ Ciclo Industriale: la rivoluzione industriale, in virtù della capacità di produrre altissimi volumi di prodotto grazie all’introduzione delle macchine, ha reso necessario sottoporre le variabili di processo (macchine attrezzature e strumenti, regole, campioni, ecc.) a rigidi controlli, per poter fare fronte a quantità sempre più elevate e tempi e costi sempre più compressi - l’esecutore produce, il capo sorveglia e lo specialista controlla. ƒ Ciclo di Taylor: il ciclo industriale si è successivamente evoluto, grazie all’apporto di F.W. Taylor, introducendo nei confronti del ciclo pseudo-industriale la separazione tra progettazione, pianificazione, ed esecuzione del lavoro, controllo ed ispezione - esiste un reparto di produzione di cui fa parte anche il capo, esiste un reparto che progetta e pianifica, esiste un reparto che controlla la qualità a fine linea. ƒ L’Esempio Giapponese: partendo dalla carenza di coinvolgimento degli addetti ai lavori nei processi decisionali, creativi e di controllo nel ciclo di Taylor, l’industria giapponese ha sfruttato la visione di chi sta sul campo in modo da impiegare la sua esperienza per ridurre i costi della non qualità - fabbricare la qualità dei prodotti durante la progettazione e la produzione con il contributo di tutti: assicurare la qualità. [1]

Anteprima della Tesi di Alessandro Febbo

Anteprima della tesi: Certificazione del software: problemi e metodi, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessandro Febbo Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6740 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.