Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gestione delle società di calcio professionistiche: confronto tra la Juventus F.C. ed il benchmark Manchester United

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 INTRODUZIONE La seguente tesi si propone di confrontare la gestione di una squadra di calcio professionistica italiana, la Juventus F.C., e quella di una squadra inglese, il Manchester United. La scelta dei due club non è casuale, in quanto il Manchester United è considerato il benchmark (modello di riferimento) europeo in ambito gestionale, e la Juventus F.C. è la squadra italiana che più di ogni altra presenta un sistema gestionale simile a quello del club inglese. In questi ultimi anni, le società di calcio professionistiche si sono trasformate da semplici associazioni sportive a vere e proprie aziende, che, nella maggior parte dei casi, risultano essere ancora gestite nell’ottica di un mecenatismo che però, attualmente, non è più funzionale. Al cospetto del volume d’affari sempre crescente che si sta creando nel mondo del calcio, e con l’introduzione dello scopo di lucro per le società di calcio, non è più proponibile la figura del presidente “mecenate”, che non bada a spese per acquistare giocatori, e che copre le passività di bilancio con beni propri. Oramai le società di calcio sono diventate delle vere e proprie aziende, e come tali devono essere gestite. Negli ultimi quindici anni, con l’avvento in qualità di presidenti di società di calcio, di imprenditori come Silvio Berlusconi, Massimo Moratti, Sergio Cragnotti e Vittorio Cecchi Gori, giusto per citarne alcuni, oltre alla storica figura del compianto Avvocato Gianni Agnelli, le cifre investite per l’acquisto di giocatori e quelle elargite loro come ingaggi, hanno seguito una crescita esponenziale, fino a sfiorare, a detta di molti, l’immoralità. Questo sistema di gestione è stato messo a dura prova nel 1995 dall’approvazione della sentenza Bosman, con la conseguente eliminazione dell’indennizzo di trasferimento e la libera circolazione dei calciatori all’interno dell’Unione Europea.

Anteprima della Tesi di Simone Argentin

Anteprima della tesi: Gestione delle società di calcio professionistiche: confronto tra la Juventus F.C. ed il benchmark Manchester United, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Simone Argentin Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 22897 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 36 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.