Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un esempio di collaborazione tra museografia e resturo: l'allestimento degli spazi espositivi della Reggia di Veneria Reale all'interno del progetto di restauro e valorizzazione del Circuito delle Residenze Sabaude

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 LA STORIA DELLA REGGIA La Reggia di Venaria Reale voluta da Carlo Emanuele II e realizzata a partire dal 1659- 60 su progetto di Amedeo di Castellamonte, primo architetto di corte, sorge a nord di Torino, in un’area ricca di boschi e di corsi d’acqua , utilizzata a partire dal 1632 per l’esercizio delle cacce regali. Il corpo centrale della Reggia, destinato a ospitare il duca e la corte, viene costruito in fasi successive: realizzato dapprima a due livelli con brevi loggiati laterali, è successivamente sopraelevato , sino ad essere costituito da quattro piani, ultimo dei quali a belvedere. Un ripensamento progettuale comporta, pochi anni più tardi, ulteriori interventi sugli appartamenti ducali: due corpi laterali chiudono i cortili ai lati della Reggia offrendo ambienti più adatti alla vita privata. Nello stesso periodo viene avviata la costruzione degli edifici di servizio destinati all’attività venatoria (scuderie e canili) e al ricovero invernale degli agrumi (citroniera). Nel 1693, durante la guerra contro la Francia , la regione e il borgo di Venaria vengono profondamente danneggiati ; i danni sono circoscritti , ma gravi. Il nuovo duca Vittorio Amedeo II, figlio di Carlo Emanuele II, chiama a Venaria Michelangelo Garove, un ingegnere militare, che modifica radicalmente l’impianto di Castellamonte, prevedendo la progressiva demolizione di una parte dei fabbricati precedenti per lasciare spazio a nuovi padiglioni e gallerie alla francese.

Anteprima della Tesi di Paola Francesca Tabusso

Anteprima della tesi: Un esempio di collaborazione tra museografia e resturo: l'allestimento degli spazi espositivi della Reggia di Veneria Reale all'interno del progetto di restauro e valorizzazione del Circuito delle Residenze Sabaude, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paola Francesca Tabusso Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3621 click dal 29/06/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.